Dallo yoga, un albero per sognare

Per favorire una buona qualit

Una respirazione profonda e idonea, offrirà un valido aiuto
per scivolare dolcemente nel sonno solo successivamente
all’abbandono di qualsiasi tensione.
Nello yoga, Vrksasana, o posizione dell’albero, è ideale per
ottenere questo. Va praticata in piedi, appena prima di coricarsi o
nei momenti in cui serve liberare la mente da pensieri ostinati ed
affaticanti.

E’ possibile eseguirla per gradi, alternando destra e sinistra,
senza desiderare raggiungere alcun obiettivo se non quello di
ascoltare la risposta del corpo.

In posizione eretta, le mani lungo i fianchi col palmo rivolto in
avanti, spostare gradualmente il peso su di una gamba sola,
dapprima senza sollevare l’altro piede poi, mentre l’equilibrio si
riorganizza, portare questo all’altezza del polpaccio,
appoggiandolo ad esso e mantenere la posizione respirando col
ventre.

La respirazione addominale è importantissima poiché
aiuta a “radicarci” a terra. Quando la posizione tende verso
l’alto, la respirazione deve, al contrario, andare verso il
basso.

A questo scopo è anche di grande aiuto utilizzare gli occhi,
fissando un punto sul pavimento a circa un metro e mezzo di
distanza e mantenendolo come “attaccandosi” ad esso. Anche le mani
fungono da stabilizzatore, grazie a piccoli movimenti di
assestamento.

Ascoltare come tutto l’equilibrio è prima messo in
discussione e poi ritrovato, a mano a mano che riduciamo la nostra
base d’appoggio.

Ritorneremo poi alla posizione di partenza per ricominciare con un
grado di difficoltà in più: di volta in volta il
piede verrà portato all’altezza dell’inguine, della coscia
e, infine, verrà fatto salire fino alla posizione del mezzo
loto.

A questo punto anche le mani potranno liberarsi e portarsi in
posizione di gashò (unite) davanti al plesso solare, oppure,
nella posizione completa, congiunte e sollevate sopra la testa.

Più saremo in grado di concentrare l’attenzione sul
controllo dell’equilibrio e, naturalmente, sulla respirazione
“bassa”, più otterremo lo scopo di rasserenare e liberare la
nostra mente.

Loredana Filippi

Articoli correlati