Decalogo del “perfetto eco-bagnante”

Le vacanze sono ormai alle porte. e Lifegate vuole farti ragionare con alcuni consigli semplici per essere un eco-bagnante perfetto

Le vacanze sono ormai alle porte. e Lifegate  vuole farti ragionare con alcuni consigli semplici per essere un eco-bagnante perfetto

Hai presente quando sei sulla
spiaggia e trovi mozziconi di sigarette dappertutto? ti appresti a
entrare nell’acqua e inorridisci al tocco di una presunta medusa
che poi si rivela un semplice sacchetto di plastica, quando poi
nonostante ciò ti inoltri avanti e vieni quasi ribaltato
dalle onde di un motoscafo che ti sfreccia a dieci metri? Infine,
ritornato sulla sedia a sdraio, rilassato e con la mente in sfere
lontane, vieni riportato brutalmente alla realtà da vicini
che spettegolano a tutto volume sulle disavventure sentimentali di
una comune amica?
Ecco qualche consiglio perché non diventi tu stesso oggetto
di disperazione per gli altri.

  • Non usare la spiaggia come deposito di rifiuti.
  • Non gettare sacchetti di plastica né in mare né
    sulla spiaggia. Se adeguatamente raccolti e riciclati possono
    tornare a nuova vita per esempio sotto forma di filati.
  • Se scopri uno scarico abusivo in mare, segnalalo subito alla
    Capitaneria di Porto più vicina, oppure al numero verde del
    Noe (Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri: tel. 800
    253608).
  • Evita di raccogliere le stelle marine, i coralli, i molluschi
    bivalvi, i cavallucci marini. Quando è possibile cerca di
    convincere i pescatori dilettanti a rigettare in mare i pesci di
    piccola taglia.
  • Rispetta il divieto di navigazione a motore entro 300 metri
    dalle coste sabbiose e 150 metri dalle scogliere.
  • Cerca di evitare schiamazzi eccessivi sia sulla spiaggia che in
    mare.
  • Quando trovi spiagge rese inaccessibili per la presenza di
    abitazioni o terreni privati, informane la più vicina
    Capitaneria di Porto: la legge italiana prevede il libero accesso
    per tutti al litorale.
  • Se fai la doccia sulla spiaggia o in barca, evita l’uso di
    shampoo o bagnoschiuma.
  • Durante la navigazione presta attenzione alle boe di
    segnalazione dei subacquei.
  • TEMPO DI DEGRADO DEI RIFIUTI
    Da non dimenticare ogni volta che hai la tentazione di abbandonare
    dei rifiuti al mare:
    Fazzolettino di carta – 3 mesi
    Fiammifero – 6 mesi
    Mozzicone di sigaretta – da 1 a 5 anni
    Buste di plastica – da 10 a 20 anni
    Prodotti di nylon – da 30 a 40 anni
    Lattine di alluminio – 10-100 anni
    Bottiglie di vetro – 1.000 anni
    Polistirolo – 1.000 anni
    Bottiglie di plastica – mai completamente.

Articoli correlati