Delphis, lo zoom sul mare

Il via alla prima grande operazione di tutela e studio dei cetacei che abitano l’alto Mediterraneo, grazie all?iniziativa Delphis

Marinai, diportisti e appassionati del mare: saranno loro, il 22
luglio 2007, a dare il via alla prima grande operazione di

tutela e studio dei cetacei
che abitano l?alto
Mediterraneo, grazie all?iniziativa Delphis 2007.

Il progetto mira a coinvolgere il più alto numero
possibile di imbarcazioni ed equipaggi, per compiere un?analisi
simultanea di tutti i 90.000 Km2 di mare compresi nel
Santuario dei cetacei
, sito nel bacino
corso-liguro-provenzale e inaugurato ufficialmente solo pochi
giorni fa, dopo quasi 8 anni dalla sua creazione, nel 1999.

Ad ogni imbarcazione sarà affidata l?osservazione di un
quadrato di mare di 2 miglia di lato. I dati, tra cui le foto dei

mammiferi marini
, dovranno essere raccolti tutti alla
stessa ora (le 12.00).

Le informazioni così ottenute costituiranno poi la base
per indagini future. Si prevede, infatti, di ripetere l?esperimento
una volta all?anno, sempre in piena estate, ossia nel momento in
cui la presenza di questi animali
nell?alto Mediterraneo
è più
cospicua.

Da un lato questa operazione permetterà di comprendere
più a fondo le
condizioni della fauna del Santuario e pianificarne, così,
la difesa
; dall?altro promuoverà ulteriormente
la sensibilizzazione di marinai e diportisti, il cui aiuto è
fondamentale per preservare questo importante tratto di mare.

L?operazione Delphis è patrocinata da Presidenza
Nazionale della Lega Navale Italiana,
Regione Liguria
, Regione Toscana, Regione Sardegna, ma
prevede anche il coinvolgimento di diversi altri enti, tra cui Lega
Navale Italiana, Guardia Costiera, Guardia di Finanza, UCINA.

Insomma, con l?esperimento del 22 luglio, l?attività di
Pelagos parte con tutte le carte in regola.
Sempre più vicina a centrare l?obiettivo tutela.

Chiara
Boracchi

Articoli correlati