Riniti, bronchiti, disintossicarsi con l’ayurveda

Riniti, bronchiti con ostruzioni bronchiali e conseguenti difficoltà respiratorie, artriti e manifestazioni reumatiche sono i sintomi più comuni e frequenti

“Come la neve sui monti ai primi caldi” vanno ad ostruire in forma
di muco i canali metabolici dell’orfonismo.
Così scrive poeticamente Coraka, un autorevole medico
ayurvedico dell’antichità; ciò avviene
particolarmente a livello delle vie respiratorie e delle
articolazioni.

Riniti, bronchiti con ostruzioni bronchiali e conseguenti
difficoltà respiratorie, artriti e manifestazioni reumatiche
sono i sintomi più comuni e frequenti.

Secondo l’Ayurveda è tassativo la riduzione del consumo di
grassi, latticini e carni.
La tavola deve abbondare di frutta e verdura (erbe amare), orzo,
miglio, segale, zenzero fresco, miele sono da preferire. E tanta
attività fisica, non indulgendo alla sonnolenza
caratteristica del periodo.

Un buon preparato erboristico a base principalmente di Pistacia
Integerrima e Saussuralappa e altre erbe associate può
ridurre i broncospasmi e le mucosità dando sollievo al
respiro (Tulsi Supra, un cucchiaio da tavola due volte al dì
– reperibile in farmacia).

Romeo Compostella

Articoli correlati
Primavera secondo la medicina ayurvedica

Secondo la medicina ayurvedica, la fisiologia umana e la vita dell’intero universo sono regolate e organizzate da tre principi irriducibili, i Dosha: Vata, Pitta e Kapha.