Dove crescono le piante medicinali

L’efficacia della fitoterapia dipende anche dalla qualità delle piante medicinali che devono essere appena colte.

Per trasmettere pienamente i principi attivi, le piante medicinali devono
essere raccolte con arte e a tempo opportuno, coltivate in modo
specifico e provenire da terreni, climi e altitudini adatti. In
Italia la legge vieta l’utilizzo di antiparassitari chimici su
tutte le piante aromatiche e medicinali, ma sono ancora pochi i
produttori di questo settore, che sentono l’esigenza di passare
alle tecniche biologiche di coltivazione.

Eppure l’efficacia delle prescrizioni fitoterapiche dipende proprio
dal sapere esperto e dalla coscienza professionale del produttore e
raccoglitore, dal rigore e correttezza di tutti coloro, che sono
coinvolti nei vari passaggi. Pena, gli insuccessi terapeutici che
sono attribuiti erroneamente al medico e/o al metodo di cura,
anziché al materiale deteriorato.

I procedimenti empirici di coltivazione sono stati sostituiti nel
tempo da ricerche e sperimentazioni, che hanno permesso di ottenere
prodotti dalla composizione chimica costante. Terreno e clima,
infatti, influiscono sulla natura dei vegetali, determinandone la
qualità dei principi attivi. Ad esempio la digitale, se
coltivata sulle montagne è ricca di glucosidi, molecole
appartenenti alla famiglia degli zuccheri, mentre diventa quasi
inerte se coltivata in zone basse e umide. Si riconosce la
superiorità del timo dell’Isola della Réunion, della
cannella dello Sri Lanka, della lavanda delle Alpi Marittime sulle
analoghe piante proveniente da altri paesi.

Il momento e le modalità della raccolta sono davvero
fondamentali. La concentrazione dei principi attivi in fiori,
foglie, radici e cortecce varia a seconda dei diversi periodi
dell’anno. Nel corso della crescita della pianta vi sono momenti
ben precisi, in cui la presenza dei fitocomplessi è massima
ed è consigliabile procedere alla raccolta. Per alcune
questa coincide con la fase che precede lo stadio adulto, per altre
invece si deve attendere la completa maturazione.

In genere, le proprietà sono più efficaci quando le
erbe medicinali sono appena colte, ma non per tutte vale la stessa
regola, come ad esempio nel caso delle erbe medicinali radice di
genziana.

Licia Borgognone

Articoli correlati
Natura, bellezza e ampi spazi

Esiste uno stretto rapporto tra il bisogno di un maggior contatto con la natura e il bisogno di un rapporto più autentico con se stessi. L’ecopsicologia esplora queste due dimensioni, scoprendole profondamente correlate.