Best practice

Dylan Dog e Tex Willer smettono di tagliare alberi

La storica casa editrice italiana Bonelli, che ha dato vita a molti tra gli eroi più amati come Dylan Dog e Tex Willer, da aprile utilizzeranno solo carta di provenienza controllata e certificata.

I fumetti Bonelli saranno stampati solo su carta certificata a
partire dai numeri in edicola ad aprile. Le loro avventure saranno
stampate su carta certificata Pefc, il sistema di certificazione
forestale per la gestione sostenibile del patrimonio boschivo.

Ad essere pubblicate su carta che rispetta l’ambiente saranno tutte
le oltre 30 testate a fumetti della Sergio Bonelli Editore, che
ogni anno utilizza circa 3.250 tonnellate di carta. Cifra che,
spiega il segretario generale del Pefc Italia Antonio Brunori
“corrisponde a oltre 324 ettari di foresta ripiantata con alberi,
pari a oltre 463 campi da calcio”.

La carta usata proverrà quasi esclusivamente da foreste in
Svezia e in parte minore da foreste in Estonia. Quindi, sottolinea
il direttore generale della casa editrice Davide Bonelli, “non
contribuisce alla deforestazione delle aree tropicali”. I fumetti
di Bonelli non sono i primi a usare carta di provenienza
controllata e certificata.

Una scelta simile è già stata fatta dalla Disney, dal
Giornalino, dall’editore di figurine Pizzardi.

Articoli correlati