E dopo la scuola? Ti aiuta Confindustria

Iniziativa di Confindustria Como che cerca di aiutare i ragazzi rendendo pubblica, sul proprio sito, una lista delle figure professionali maggiormente richieste dalle imprese del territorio.

Un
opuscolo
per aiutare i ragazzi ad orientarsi
nel sempre più confuso e caleidoscopico mondo del lavoro. Lo
ha realizzato Confindustria Como che lo ha reso pubblico attraverso
il proprio sito internet.

 

Lo studio di Univercomo analizza le dinamiche del mercato del
lavoro e offre un panorama nitido dei fabbisogni formativi e
professionali dei principali settori che caratterizzano il sistema
economico comasco.

 

L’idea della ricerca e del documento che ne è nato nasce
dalla convinzione che, per mantenere competitive tutte le aziende,
sia necessario far crescere il cosiddetto capitale umano, ossia
quei giovani che, finita la terza media, sono precocemente chiamati
ad una scelta che sarà il preludio della loro ascesa nel mondo
del lavoro.

 

“L’obiettivo del nostro studio è quello di esortare
ragazzi e genitori a effettuare una scelta consapevole. Per farla
scaricate l’opuscolo dal nostro sito, è il condensato di una
ricerca molto interessante che saprà darvi degli indirizzi ben
precisi”, è l’invito di Graziano Brenna, vicepresidente di
Confindustria Como con delega alla formazione.

 


Intervista a Graziano Brenna di Confindustria
Como

La ricerca offre inizialmente un quadro generale, per poi trattare
nel dettaglio i principali settori dell’industria e del mondo
artigiano ed evidenzia quali sono le professioni più richieste
e qual è il titolo di studio “più ricercato”.

 

A dispetto della crisi le imprese private della provincia di
Como, nel periodo che va dal 2008 al 2010, hanno continuato ad
assumere mediamente oltre 6.000 persone all’anno. Il settore dei
servizi è il più promettente e riguarda tre assunzioni su
cinque, in particolare il commercio e i servizi alle persone.
È invece lievemente in calo la domanda di addetti da parte
delle imprese del settore tessile, meccanico ed
elettrico-elettronico.

 

Dallo studio emerge che le imprese faticano a trovare il
personale ricercato, sia per quel che riguarda le figure che
richiedono formazione elevata, come dirigenti e conduttori di
impianti e macchine, che le figure della ristorazione e del
commercio, i commessi di vendita risultano essere le figure
più richieste.

Articoli correlati