Echi e astri a Palazzo Te

Te deriva da tejeto, che significa luogo di capanne, in riferimento alla località campestre dove il palazzo te venne edificato secoli orsono.

Il suo nome non ha a che spartire con la bevanda che gli Inglesi
sono soliti bere alle 5 del pomeriggio. Infatti Te deriva da
tejeto, che significa luogo di capanne, in riferimento alla
località campestre dove il palazzo venne edificato secoli
orsono.

La fastosa villa dei Gonzaga, progettata nel XIV secolo da Giulio
romano, é tutta uno scrigno di affreschi esoterici e
astrologici; con un occhio di riguardo per i segni zodiacali e le
rappresentazioni dei mesi, raffigurati con immagini riprese dagli
scritti di Marco Manilio, autore latino di un trattato di
astrologia in versi, dove ogni segno risulta associato a una
divinità del pantheon romano che gli trasmetterebbe
caratteristiche e funzioni.

In più la Sala dei Giganti offre una singolare attrattiva:
un’eco amplifica le parole pronunciate a bassa voce in un angolo,
tanto da poter essere udite distintamente nell’angolo opposto,
quasi esse fossero suscitate da una strana vibrazione proveniente
dal pavimento.

Laura Tuan

Articoli correlati