Consigli per un Natale sostenibile

A Natale scegli di essere sostenibile. Lo puoi fare comprando regali, addobbando il tuo albero, preparando la tavola. Scopri come, leggendo i nostri eco consigli.

Cosa fare per vivere un Natale davvero all’insegna della sostenibilità? Ecco qualche consiglio.

Pensa col cuore e con la testa

Scrivi una lista delle persone a cui veramente vuoi fare il regalo di Natale e pensa bene all’acquisto  giusto. Non è tempo sprecato: in questo modo ti sarà più facile regalare qualcosa di veramente utile. Il tuo regalo può anche non essere un oggetto, ma un abbonamento al cinema, a teatro, ai mezzi pubblici. LifeGate ti propone una serie di regali molto eco.

 

Shopping con gli amici

Per gli acquisti natalizi, meglio spostarsi con i mezzi pubblici: meno stress e minor impatto ambientale. Se proprio non puoi fare a meno dell’automobile, la lista dei regali ti aiuterà ad ottimizzare i tempi e gli spostamenti, facendoti consumare meno benzina ed emettere meno CO2. Chiama un paio di amici
nella tua stessa condizione: consumerete meno e vi divertirete molto. Ecco cos’è il carpooling. Oppure sfrutta le auto e le bici del servizio di car sharing della tua città.

 

Scegli giocattoli naturali

Tra i tanti regali adatti a un bambino, perché non provi a prenderne uno in legno certificato da foreste sostenibili? Per giocare non sono strettamente necessari oggetti fatti di plastica, che magari hanno anche bisogno di pile. Un gioco in legno è durevole e stimola la fantasia. Questo materiale organico e caldo
è adatto anche ai più grandi.

 

ecoconsigli-natale-4
I giocattoli naturali sono la scelta migliore e più ecologica

 

Non fare il solito pacco

L’ideale per non impattare sarebbe non incartare i regali, ma così svanisce l’effetto sorpresa. Un buon compromesso potrebbe essere preferire la carta riciclata a quella normale, evitando la carta metallizzata, che contiene allumino e non è riciclabile. Infine, per decorare il pacco, rafia, corda, bastoncini di spezie, frutta secca al posto dei fiocchi in plastica.

 

Per fare atmosfera…

…basta spegnere la luce e accendere qualche candela. Risparmierai elettricità ed emissioni di CO2. L’importante è che siano candele ecologiche, in vera cera d’api o di soia (vegetale al 100%). Il greggio usato per una candela in paraffina da mezzo chilo terrebbe accesa una lampadina da 60 watt per 100 ore di fila!

 

candele ecologiche
Per fare atmosfera, usa candele ecologiche, in cera d’api.

 

E le lucine intermittenti?

Le luci attorno all’albero o al presepe sono d’obbligo! Sostituisci quelle vecchie, a incandescenza, con i LED: le prime, accese per un mese 5 ore al giorno, consumano 472 kWh, le seconde solo 3. Vuol dire
più di 350 kg di CO2 contro 2,5! E se vuoi essere ancora più “eco”, puoi acquistare le lucine con il pannello solare incorporato: le vendono a meno di 40 euro.

 

L’albero di Natale

L’albero di Natale: meglio comprarne uno vero o uno in PVC? In entrambi i casi ci sono pro e
contro: l’albero vero va bene per chi ha il giardino e lo può piantare al termine delle feste oppure che si ricorda di riportarlo in vivaio; quello in plastica è certamente più inquinante (sia in fase di produzione che di smaltimento, quando diventa rifiuto), ma è durevole ed è sicuramente più adatto per chi abita in
appartamento.

 

L’esempio è in tavola!

Un consiglio soprattutto per il cenone di Capodanno: anche se gli invitati sono tanti, meglio usare stoviglie “vere”, piuttosto che usa e getta. Si generano meno rifiuti e CO2.
L’alternativa per i pigri e gli informali è la cena in stoviglie di bioplastica: piatti e bicchieri in amido di mais, biodegradabili in pochi mesi, vanno nel bidoncino dell’umido e  sono ingredienti per il compost.

 

ecoconsigli-natale-2
Per le feste, meglio usare stoviglie “vere” o in amido di mais. Quelle in PVC inquinano!

 

Menù bio e cruelty-free

Per rispettare l’ambiente anche a Natale, prova un menù biologico (ogni ettaro coltivato col metodo bio assorbe 1,5 tonnellate di CO2 all’anno), con prodotti locali “a chilometro zero”, di stagione, e magari anche vegetariano, come consiglia la LAV, Lega Anti Vivisezione.

 

Befana sì, ma “eco”!

Nella calza della Befana, quest’anno, al posto delle comuni caramelle piene di zucchero raffinato, coloranti e conservanti, prova a mettere del buon cioccolato equo e solidale, della frutta secca, piccoli
agrumi, un vasetto di miele al cacao e nocciole, biscotti fatti in casa con ingredienti bio. Idee golose che
non danneggiano la salute!

Articoli correlati