Effetto metr

Il progetto, in partenza nel 2011, prevede l’utilizzo della tecnologia geotermica per trasformare l’energia generata dalle migliaia di persone che ogni giorno prendono la metropolitana di Parigi in calore utile…

Il progetto, in partenza nel 2011, prevede l’utilizzo della
tecnologia geotermica per trasformare l’energia generata dalle
migliaia di persone che ogni giorno prendono la metropolitana di
Parigi in calore utile a riscaldare un edificio adibito ad ospitare
un servizio di Social Housing. Per Social Housing si intende la
messa a disposizione di una casa ad affitto calmierato per tutte
quelle categorie sociali che appartengono alla cosiddetta fascia
economica debole.

L’edificio, situato nella famosa rue Beaubourg vicina al Museo
Pompidou, sta infatti per essere ristrutturato secondo i principi
dell’architettura sostenibile. L’idea è quella di far
confluire il calore dai sotterranei della metropolitana nei tubi
dell’impianto di riscaldamento del palazzo dopo essere passato
attraverso un filtro per purificare l’aria. La presenza di una
scala interna, che collega la stazione della metropolitana
all’edificio, renderà possibile il progetto contenendo i
costi della ristrutturazione.

Oltre all’energia generata dai passeggeri – calcolata intorno
ai 100 watt a persona – va aggiunta anche quella derivante dal
continuo passaggio di treni che permette alla temperatura di
mantenersi tra i 14° e i 20° durante tutto il corso
dell’anno. Il calore derivante da questo meccanismo sarà
sufficiente a scaldare diciassette appartamenti e
contribuirà a ridurre di un terzo le emissioni di anidride
carbonica rispetto all’utilizzo esclusivo di un locale
caldaia.

La gara d’appalto sarà indetta prima della fine dell’anno
mentre l’inizio dei lavori è previsto per il 2011. Il
sistema, già sperimentato in Austria, resterà
però un caso isolato a Parigi a causa della
difficoltà e degli elevati costi derivanti dalla costruzione
di condotti necessari per trasportare il calore tra la
metropolitana e gli edifici.

Articoli correlati