Effetto serra e fuliggine

Una ricerca dimostra che l’innalzamento della temperatura terrestre, oltre che dall’anidride carbonica e dal metano, è causato anche dalla fuliggine.

 

 Anidride carbonica e metano sono le sostanze maggiormente imputate di essere tra le cause principali dell’incremento dell’effetto serra. Sino ad oggi i modelli che studiano il comportamento dell’atmosfera, così come il Protocollo di Kyoto del 1997, non hanno però tenuto conto di un ulteriore elemento dannoso all’ambiente: la fuliggine.
Mark Jacobson, ingegnere ambientale della Standford University, ha scoperto che la fuliggine ha un’importanza identica nell’incrementare il fenomeno dell’effetto serra. Dalla combustione dei motori diesel, dal carbone e dalla legna, vengono prodotti ogni anno 5 milioni di tonnellate di fuliggine.
Questo elemento, che è costituito principalmente da molecole che contengono, tra l’altro, carbonio, riscalda l’aria assorbendo la radiazione del Sole, che viene emessa poi sotto forma di calore. Diversamente dai gas serra, che non assorbono la luce solare, ma aumentano la temperatura dell’atmosfera trattenendo il calore prodotto dalla Terra o dall’attività dell’uomo. Secondo Jacobson se questi elementi non venissero immessi nell’atmosfera, si potrebbe ridurre l’incremento dell’effetto serra del 40% nell’arco temporale di 3-5 anni.

Articoli correlati
5 storie virtuose (più una) sul trasporto marittimo

Dalla Norvegia alla Germania, dalla Svezia al Portogallo, fino alla Thailandia, l’elettrificazione del trasporto marittimo procede veloce. 5 storie di paesi e aziende impegnati per la tutela del mare. L’Italia? A rilento, anche se a Venezia…