Elogio del legno (in un decalogo)

Un materiale unico e insostituibile, da sempre parte della nostra vita. Ecco il nostro elogio.

La costruzione di una casa rappresenta un momento importante
della vita e la necessità e i requisiti devono essere
abbinati in una maniera vantaggiosa. Le costruzioni in legno
rappresentano una valida alternativa sia dal punto di vista
economico che dal punto di vista dei tempi di esecuzione, ma
soprattutto ai fini della compatibilità ambientale.

Innanzitutto, il legno è una materia prima spontanea e
rinnovabile, globalmente diffusa e conosciuta. Grazie all?uso
responsabile e sostenibile dei boschi da parte di alcuni operatori
specializzati, il cliente può acquistare con
tranquillità prodotti certificati e in questo modo fare
anche del bene all?ambiente.

Il legno risparmia energia: esso racchiude in sé
l?energia immagazzinata nel corso di tutta la loro vita dalle
piante da cui è tratto, le quali assorbono incessantemente anidride
carbonica ed energia solare
. Come per tutti i
materiali, anche per lavorare, trasportare e montare il manufatto
in legno è necessario il dispendio di una certa
quantità di energia. Per la produzione di un metro cubo di
componenti in legno pronti per il montaggio necessitano dagli 8 ai
30 kWh. Per il cemento dai 150 ai 200 kWh, per elementi in acciaio
dai 500 ai 600 kWh, per l’alluminio 800 kWh!

Il legno trattiene il calore dall?interno e dall?esterno: studi
ed esperimenti hanno dimostrato che con una casa di legno si ha in
media un risparmio energetico del 40 ? 50 % rispetto alla stessa
costruzione in cemento o mattoni e di conseguenza si inquina di
meno; per ottenere lo stesso valore di isolamento termico di una
parete in legno di 10 cm, una parete in laterizio dovrebbe avere
uno spessore di 54 cm, mentre una in calcestruzzo dovrebbe essere
spessa 80 cm.

Il legno favorisce la salute: le pareti in legno stabilizzano
gli sbalzi di temperatura. Grazie alla sua proprietà di
diffusione, il legno agisce come un filtro trattenendo l’aria
consumata e nociva, rilasciando nell’ambiente aria rigenerata. Non
vi è inoltre rilascio di agenti allergenici o tossici in
misura pari alle altre costruzioni.

Il legno mantiene il suo valore: ha la proprietà di
mantenersi e proteggersi dalle intemperie grazie al suo ciclo
vitale che lo fa interagire con le stagioni. Col passare degli anni
indurisce sempre più. E? per questo che molte coperture e
solai dei secoli passati resistono ancora oggi.

Il legno è stabile: essendo elastico e resistente
può subire forze di trazione e in parte anche forze di
compressione; inoltre ha una minore rigidezza strutturale e una
massa inferiore rispetto al cemento per cui il periodo delle scosse
telluriche è ridotto. Per questo motivo le costruzioni in
legno sono più sicure di quelle tradizionali in caso di
sisma, come ben sanno in Giappone.

Il legno è resistente al fuoco: garantisce, quando viene
attaccato dal fuoco, una buona riserva di sicurezza, poiché
lo strato esterno, carbonizzando, impedisce al fuoco di progredire
attraverso la sezione resistente. E? dunque sufficiente aumentare
lo spessore del legno per ottenere lo stesso effetto che una
vernice intumescente garantisce sul cemento o sull?acciaio, ma
senza i relativi costi.

Il legno è una ricca materia prima e al tempo stesso
economica e versatile: è duttile, è elastico, si
taglia facilmente e può essere montato in diversi modi, per
il suo basso peso specifico (500 kg./m3) è facilmente
trasportabile.

Il legno è ecologico: cresce in natura e ci garantisce
una qualità di vita naturale non necessitando, per il
mantenimento, di notevoli trattamenti chimici. Su 1 m cubo di legno
circa il 75% può essere convertito in legno per costruire,
mentre il 25% che viene scartato può essere utilizzato come
combustibile per
riscaldamento o per generare nuova energia pulita
. La
relativa produzione di CO2 da combustione risulta bilanciata dalla
produzione di ossigeno della fase vitale della pianta.

Il legno è un materiale da costruzione intelligente:
riducendo gli spessori di parete a parità di isolamento, si
crea un’ ulteriore superficie abitabile in confronto alle
costruzioni massicce tradizionali (ca. 5 m² su 80 m²). Le
attuali tecnologie di trasformazione consentono un utilizzo
razionale del legno, con scarti minimi, senza limitazioni
dimensionali e con una notevole uniformità qualitativa e
prestazionale.

Il legno porta armonia nella vostra casa: al suo interno
percepiamo i colori e le sensazioni della natura. Quindi, la
qualità della vita, viene elevata. Una casa di legno evoca
una piacevole atmosfera, un posto dove rilassarsi fuori dal rumore
e dal carico di lavoro giornaliero, ricaricarsi di energia, godere
musica e intrattenere amici e ospiti.

Il legno è tradizione, prestigio e calore: è un
prodotto vitale che si presta come pochi altri materiali alla
creatività e alle esigenze dell?uomo. Grazie all?innovazione
nel design e nelle lavorazioni, oggi è possibile costruire
moderne ed eleganti case in legno anche in città, anche
combinando insieme più essenze o materiali differenti.

 

Articoli correlati