Energia dal sole per il Mugello

Chi segue il gran premio magari l’ha notato: la tribuna del Circuito del Mugello è stata dotata di un impianto fotovoltaico

Chi ha partecipato come tifoso al Gran Premio o semplicemente l’ha visto in tv, magari l’ha notato: la tribuna del Circuito del Mugello è stata dotata di un impianto fotovoltaico a film sottile. Bello, integrato e terminato in tempi record.

L’installazione, realizzata dalla Energy Resources in poco più di un mese, si estende su una superficie di 2911 metri quadrati con 2016 pannelli a film sottile con cornice, della potenza ciascuno di 125 kWp. In grado di produrre 260.000 kWh eviterà l’emissione di 211 tonnellate di CO2 all’anno.

“Alla  scelta ecosostenibile di Mugello Circuit Spa abbiamo risposto con un forte impiego di professionalità – ha commentato Enrico Cappanera, Amministratore Delegato di Energy Resources – raggiungendo un risultato straordinario sia dal punto di vista dell’efficienza energetica che del profilo estetico. La sfida di completare l’impianto in tempo per il Gran Premio è stata vinta, e questo è motivo di grande soddisfazione”.

Le tribune sono state inoltre ripavimentate, utilizzando una speciale ceramica in biossido di titanio, con l’effetto di abbattere gli agenti inquinanti grazie al processo fotocatalitico. Un po’ come sta succendendo per alcune facciate degli edifici di nuova realizzazione.

Questo non è il primo esempio
di circus sportivo che imbocca la strada delle rinnovabili. A Verona, lo storico stadio Bentegodi è stato dotato di ben 13 mila pannelli fotovoltaici. Mentre, guardando al di là dei nostri confini, lo stadio del Barnsley Football Club in Inghilterra ha visto le coperture delle tribune convertite con pannelli solari. Negli Usa, invece, l’energia necessaria al funzionamento delle apparecchiature dello stadio è prodotta dal più grande impianto solare dello Stato di Washington.

Quale sarà il prossimo sport a passare alle rinnovabili?

Articoli correlati