Energia fisica ed emotiva a go go?

Un appuntamento importante. Una riunione di lavoro. Una prova da sostenere. Un incontro in cui sfoderare bravura, fascino e personalità. I consigli di Tony Robbins.

“Essere in forma non è solo una questione di “peso” o di
conoscenze o abilità – suggerisce Tony Robbins, numero uno
al mondo tra i formatori motivazionali – quello che le persone
ottengono in ogni momento dipende piuttosto dal loro stato mentale.
Tuttavia, ripetersi all’infinito “Sono energico, sono in forma!”
non farà provare loro queste sensazioni”.

Come fare allora? 2 sono gli strumenti che Tony consiglia.

Il modo più efficace per potenziare il proprio livello di
energia è mutare radicalmente la fisiologia, ovvero il modo
di respirare, di muoversi nonché il modo di esprimersi.
Per porsi in peak state dovremmo stare seduti o in piedi ben
dritti, spingere le spalle indietro, sollevare la testa. In tal
modo si acquisisce anche maggiore sicurezza in se stessi
perché si respira una quantità maggiore di ossigeno e
ogni cellula del proprio corpo è attiva con maggiore
intensità.

“Un tempo avevo bisogno di 8 ore di sonno, e al mattino per
aprire gli occhi mi occorrevano 3 sveglie, una che suonava,
un’altra che accendeva la radio e una terza che accendeva la luce.
Adesso sono in grado di dirigere un seminario tutta la sera, andare
a dormire all’una o alle due di notte e svegliarmi, dopo 5 o 6 ore
di sonno, pieno di energia, forza e vitalità, la mia
fisiologia è tale da permettermi di mobilitare tutte le mie
capacità fisiche e mentali.”

Un secondo strumento per sprigionare energia è
l’ancoraggio. Si tratta di rivivere un momento della nostra vita in
cui ci siamo sentiti invincibili. Se ripensiamo a quell’episodio e
identifichiamo i suoni che sentivamo o i gesti che facevamo
sviluppiamo un ancoraggio. Per alcuni può essere una
canzone, per altri uno schiocco di dita.

“Quello che faccio io – dice Robbins – è tirare un grosso
respiro, espirare profondamente e fare un certo movimento con le
mani. Faccio questo ogni volta prima di tenere un seminario,
perché anche se sono convinto di quello che sto per dire, se
non mi ponessi in questo stato, non sprigionerei lo stesso livello
di energia!”

L’energia è “il carburante dell’eccellenza”. Quanto
maggiore è il nostro livello di energia, tanto più
efficiente sarà il nostro organismo, tanto più
staremo meglio, tanto prima potremo utilizzare i nostri talenti per
ottenere risultati ottimali.

Perché non iniziare subito, allora?!

Maria Giulia Luciani

Articoli correlati