Energia: “tetti solari” in aumento

Nel panorama mondiale del settore energetico, il fotovoltaico sta vivendo un’intensa fase di crescita, grazie anche al programma “Tetti Fotovoltaici”.

In Italia le fonti rinnovabili forniscono un contributo pari a
oltre il 15% del fabbisogno lordo di elettricità.
Pertanto al fine di stimolare la crescita delle energie rinnovabili
è stato avviato il programma “Fotovoltaico ad alta valenza
architettonica”, che prevede la realizzazione degli impianti
fotovoltaici integrati in edifici architettonicamente interessanti
attraverso un finanziamento di un milione e mezzo di Euro.
Quindi anche in Italia, così come accade in quasi tutta
l’Europa a cominciare dalla Germania, il tema delle tecnologie
solari e del solare fotovoltaico integrato diviene un contributo
fondamentale al raggiungimento di una più elevata
qualità nell’architettura e contemporaneamente
dell’ambiente.

Da quest’anno il nuovo meccanismo di incentivazione prevede
l’obbligo per specifici soggetti (grandi produttori e importatori
di energia elettrica prodotta da fonti non rinnovabili) di
aumentare la produzione di elettricità da fonti rinnovabili
di circa 5 TWh rispetto al 1999, portando il totale di
elettricità prodotta da queste fonti intorno ai 55 TWh.

Il direttore Generale dell’ENEA, Gaetano Tedeschi, ha ribadito il
ruolo importante che l’Ente ricopre nel settore delle energie
rinnovabili. Coinvolta nel programma “Tetti Fotovoltaici” l’Enea
partecipa al programma “Comune Polarizzato” rivolto a Enti Locali e
Regioni del Centro Sud che vogliono installare impianti solari
termici.
Il dottor Tedeschi ha inoltre sottolineato l’attività dei
centri Enea in tutta Italia. In particolare verrà realizzato
presso il Centro Ricerche di Manfredonia un impianto fotovoltaico
della potenza di picco di 25 kW.

Vale la pena ricordare come nel 2001, nell’ambito del programma
“Tetti Fotovoltaici”, le Regioni italiane abbiano registrato un
numero di richieste 5-10 volte più elevato delle risorse
disponibili.
Visto il successo della prima fase del programma si è deciso
di rifinanziare il progetto con 52 milioni di Euro, per un totale
di investimenti che raggiungerà alla fine di quest’anno
circa 200 milioni di Euro.
Sono state molto elevate sia le richieste dei Comuni (oltre 700 nel
2001), sia quelle delle Regioni, che hanno presentato più di
5 mila bandi per l’assegnazione dei finanziamenti.
Volendo dare una collocazione geografica ai progetti presentati si
rileva come essi siano più numerosi verso il sud e il centro
Italia. Particolarmente attivi i Comuni di Catania, Roma e Foggia e
le Province di Lucca, Avellino e Cosenza.
L’installazione di 1500/2000 impianti entro la fine dell’anno, che
realizzeranno una potenza installata di oltre 10 MW, porterà
l’Italia a piazzarsi al secondo posto in Europa, subito dopo la
Germania, per potenza solare installata.

L’obiettivo da raggiungere per il 2003, all’interno dell’Unione
Europea, è l’installazione di un milione di sistemi
fotovoltaici.

Articoli correlati