Il fiume Elwha si riprende le sue spiagge

Il fiume Elwha, a nordovest degli Stati Uniti, sta riconquistando terreno (e spiagge) dopo la rimozione di due grandi dighe che trattenevano i sedimenti sabbiosi.

Sulle rive del fiume Elwha, nello stato di Washington, a
nordovest degli Stati Uniti, si stanno riformando le spiagge che
erano soggette a erosione da tempo. La notizia è stata data dallo scienziato Ian
Miller
che sta monitorando il litorale che circonda la Penisola
Olimpica dopo la rimozione di due grandi dighe.

 

Miller sta tenendo sotto controllo quattro
punti
(tre a est della foce e uno a ovest) dove l’erosione, in
corso da decenni, sembra aver subito un’inversione in seguito alla
dismissione della diga di Elwha conclusasi la scorsa primavera e
situata a circa otto chilometri a monte rispetto alla foce. I
sedimenti sabbiosi, trattenuti per quasi cento anni, hanno
ricominciato a scorrere insieme al corso d’acqua e a depositarsi
sulle rive orientali del fiume.

 

Stessa cosa sta succedendo grazie allo smantellamento della
diga di Glines Canyon, costruita nel 1927, la cui chiusura dovrebbe
essere completata entro maggio. È presto per capire se
l’ecosistema della regione tornerà com’era agli inizi del
secolo scorso, ma è già un fatto che, con l’aumento
dei detriti, le spiagge abbiano conosciuto un aumento della propria
superficie.

Articoli correlati