Forum nucleare. Ritorna lo spot

Torna con una piccola modifica rispetto alla prima versione lo spot televisivo bloccato dal Giurì di autodisciplina pubblicitaria. Aggirato lo stop, si potrà continuare a trasmettere il messaggio. Il Giurì…

Torna con una piccola modifica rispetto alla prima versione lo
spot televisivo bloccato dal Giurì di autodisciplina
pubblicitaria. Aggirato lo stop, si potrà continuare a
trasmettere il messaggio.

Il Giurì aveva sospeso il 22 febbraio 2011 lo spot
(peraltro a campagna tv già conclusa) perché
“ingannevole” e non conforme agli articoli 2 e 46 del Codice di
autodisciplina della comunicazione.

La forma e i trucchi del vecchio spot tv

Secondo le organizzazioni ambientaliste l’iniziativa era già
in partenza schierata per un falso dibattito, un tentativo di
plagiare l’opinione pubblica a favore della politica energetica
governativa. Contestabile poi la validità di un dibattito
promosso da un Forum che si presenta come un’associazione no-profit
ma i cui soci fondatori sono aziende leader dell’industria nucleare
italiana e straniera, con pesanti interessi diretti alla possibile
costruzione dei futuri reattori italiani. Una propaganda
perdipiù sottilmente mascherata dalla domanda “E tu? Sei a
favore o contro l’energia nucleare?”. Ma dietro al presunto
equilibrio d’una sfida a scacchi agivano sofisticate tecniche
comunicative manipolatorie: l’attribuzione del colore nero agli
oppositori del ritorno all’atomo, l’intonazione calda e suadente
dei messaggi pro e quella inquietante dei contro, l’ultima parola
sempre ai messaggi favorevoli al nucleare.

Le risposte degli spettatori
I blogger e
gli internauti tuttavia se ne sono immediatamente accorti, avviando
un tam-tam incentrato sia sulla critica che sullo scherno. Sono
fioccate le parodie dello spot – alcune delle quali addirittura
accolte nelle pagine del sito del Forum, in segno di apertura.

Allora, per precisare la propria posizione, gli organizzatori del
Forum guidato da Chicco Testa hanno aggiunto in coda allo spot una
semplice frase: “Noi siamo favorevoli”. Poi rivolgendosi agli
spettatori: “E tu?”.

La contromossa
In questo modo gli ideatori della pubblicità sono venuti
incontro alle richieste del Giurì. Infatti, fanno sapere dal
Forum in un comunicato “il Giurì non ha censurato i contenuti
e la sostanza della nostra comunicazione come invece i nostri
detrattori hanno strumentalmente cercato di far credere”.

“Era nostra intenzione essere equilibrati dando pari dignità
alle due posizioni: favorevoli e contrarie” continua la nota,
tentando di spiegare perché la posizione pro nucleare del
Forum non era stata inserita nella precedente versione. “Del tutto
prive di fondamento sono quindi le reiterate dichiarazioni di
quanti pretenderebbero una comunicazione sui temi del nucleare in
linea esclusivamente con le loro idee, non riuscendo evidentemente
a sopportare che vi sia spazio anche per altre posizioni”.

Così lo spot in meno di una settimana è tornato in
una versione aggiornata a tempo di record. Anche se solamente
online. Perché, come fanno sapere dal Forum, al momento non
è prevista una pianificazione dello spot modificato in tv e
sugli altri media.

Articoli correlati