Fotogallery: Tokyo Motor Show 2007

Vediamo alcuni dei protagonisti della quarantesima edizione, tutti disegnati colla matita verde al Tokyo Motor Show 2007

Tokyo Motor Show 2007 Tokyo da sempre è il Salone dove i protagonisti sono i
prototipi. Le auto che verranno. E anche quest?anno la tradizione
è rispettata.

Audi Metroproject: in anteprima mondiale il
concept anticipa le linee della futura A1 e come Tokyo esige si
presenta con una versione ibrida a benzina di nuova generazione con
il plug-in: la possibilità di ricaricare le batterie oltre
che in movimento come accade ora anche in sosta ad una normale
presa di corrente. Dal 2010.

Honda CR-Z: compatta, sportiva e naturalmente
ibrida, quasi a dimostrare che anche l?auto ecologica può
trasmettere sensazioni ed emozioni alla guida.

Honda Puyo: linea tondeggiante e carrozzeria
morbida per attutire eventuali ?incontri? con i pedoni. Si guida
con un joystick e i comandi escono dalla plancia solo quando l?auto
è in moto. Motore elettrico alimentato da fuel cell ad
idrogeno.

Lexus LF-Xh: il concept lascia intravedere le
linee della futura RX. Chiaramente ibrida. Probabilmente
sarà la prima Toyota ad avere a bordo delle batterie al
litio. Sempre che siano pronte.

Mazda Premacy Hydrogen re Hybrid: nome
lunghissimo per la nuova generazione di auto ad idrogeno di Mazda.
La scelta della casa giapponese è uguale a quella di Bmw:
niente fuel cell, troppo costose e ancora lontane da essere
applicate su un?auto, ma idrogeno liquido che va ad alimentare un
motore tradizionale. Pochi esemplari in leasing dal 2008.

Mazda Taiki: il prototipo più
affascinante del Motor Show. Nessuna tecnologia verde ma tanta
aerodinamica che ne traccia la linea. Spettacolare.

Mitsubishi i MiEV sport: piccola city car
elettrica e sportiva. Duecento i chilometri di autonomia, 180 la
velocità massima e solo 35 minuti per ricaricare all?85% le
batterie. Sul mercato dal 2010.

Nissan Pivo2: un abitacolo ruotante di 360°
che rende vecchia la retromarcia, un robottino che ti parla durante
il viaggio e ti tiene sveglio quando stai per addormentarti.
Quattro motori elettrici sulle ruote che ne rendono indipendenti i
movimenti. Che si vuole di più? Che arrivi presto.

Toyota 1/X: come ridurre il peso senza
diminuire le dimensione della vettura. La 1/X è realizzata
in fibre di carbonio rinforzato che consentono all?auto di pesare
solo 420 kg, la metà di una Smart.

Alessandro
Marchetti Tricamo

Articoli correlati