Fotovoltaico. La top ten delle citt

L’Italia si conferma paese da record per il fotovoltaico. A maggio scorso, con 9 GW installati, il territorio italiano è arrivato al primo posto al mondo per potenza installata, scalzando…

L’Italia si conferma paese da record per il fotovoltaico. A
maggio scorso, con 9 GW installati, il
territorio italiano è arrivato al primo posto al mondo per
potenza installata, scalzando Germania e Cina. Questo è
avvenuto sicuramente grazie alla politica incentivante del Governo,
ma grazie anche al lavoro delle decine di piccole medie aziende che
operano nel settore e nate negli ultimi anni.

Una di queste, la Ubisol di Rimini, ha raccolto e
analizzato i dati forniti dal GSE (Gestore Servizi Elettrici) e ha
diffuso la situazione del fotovoltaico in Italia al 30 giugno 2012,
stilando una top ten, città per città.

Al primo posto c’è Roma
con 4.397 installazioni, secondo gradino
per Perugia
con 1.573, terza
Padova con 1.339
, quarta Ravenna con 1.299 impianti,
seguita al quinto posto da Trento con 1.148, al sesto da Forlì
con 1.084, al settimo Rimini con 1.060 impianti fotovoltaici,
all’ottavo Modena con 1.022, nono posto per Cesena con 1.002 e, a
chiudere, decimo posto per Sassari con 991 impianti.

Analizzando ulteriormente i numeri, si nota come su 8092
comuni, sono 7789 quelli che hanno almeno un impianto fotovoltaico.
Solo in 303 centri italiani non ci sono ancora pannelli
fotovoltaici attivi. Un rapido calcolo mostra che nel 97%
dei comuni italiani si produce energia pulita con il sole

e solo nel restante 3% non ci sono impianti.

Impianti che continuano a crescere, vuoi per rientrare nel
ormai estinto Quarto Conto Energia, vuoi per i continui aumenti
dell’energia prodotta da fonti fossili. Nei primi sei mesi del 2012
la potenza installata è cresciuta del 13,14%.

Tra le regioni che eccellono nel solare, resta in testa la
Puglia con un totale di 2.270 megawatt per 26.563 impianti; al
secondo posto la Lombardia (1.449 MW per 55.879 impianti); il terzo
gradino è coperto dall’Emilia Romagna con una potenza totale
installata di 1.357 megawatt generata dai suoi 35.820
impianti.

Dal prossimo 27 agosto entrerà in vigore il tanto atteso
Quinto Conto Energia che, come
spiega la Ubisol: “si tratta di norme che premierà i piccoli
impianti e chi consumerà l’energia che produce. Finalmente
vengono esclusi i grandi impianti speculativi. Resta comunque
fondamentale il processo di crescita culturale e di consapevolezza
ambientale di enti pubblici, famiglie e imprese, una
sensibilità che spinge sempre più verso l’energia
pulita”.

Articoli correlati