Gate 22: Ieri in onda Rock Files

Ezio Guaitamacchi ha incontrato per Rock Files il jamaicano Roy Young che ha presentato il suo ultimo disco Memphis, potrete ascoltare brani dal disco live.

Gate 22: Ieri in onda Rock Files


La storia di questo disco, la storia di Roy sembrano un perfetto e
casuale incrocio di luoghi e persone. Nato sulle colline jamaicane,
in una baracca senza acqua e senza corrente elettrica, all’eta’ di
13 anni si trasferi’ in Inghilterra, dove conobbe il sound di
artisti quali Ottis Redding, Wilson Pickett, Sam Cooke e molti
altri.

All’eta’ di 15 anni abbandono’ la scuola per partire in tour con
la sua band. Nel 1969, all’eta’ di 20 anni si esibi’ per la prima
volta in Israele, paese che lo affascino’ moltissimo e dove si
trasferi’ definitivamente 3 anni dopo. Nel 1980 fu messo sotto
contratto dalla EMI e realizzo’ un disco che non fu mai pubblicato.
Vantava tra gli altri la collaborazione di Marvin Gaye del quale
divenne intimo amico fino al giorno della sua tragica morte.

In pochi potete conoscerlo, almeno che non abbiate frequentato
40 anni fa, a Bristol, il “Bamboo Club” o seguiate la scena Soul e
R & B in Israele.
Ma se vi piace la musica “Nera” quando ascolterete la voce di Roy
vi sentirete a casa.

“Memphis” e’ stato prodotto in studio da Willie Mitchell
(storico produttore di Al Green), arrangiato da Gil Askey
(Temptations e Curtis Mayfield) e interamente suonato da musicisti
di Memphis.

Articoli correlati
Rock Files: Massimo Priviero

In questa puntata ospitiamo Massimo Priviero uno degli artisti che ha saputo meglio di altri coniugare la vecchia tradizione del rock americano con la lingua italiana.

Paolo Saporiti per Rock Files

Esce “Alone” arrangiato dalle sapienti mani di Teho Teardo. Paolo Saporiti arriva a questo disco dopo sei anni di psicologia alla Facoltà di Torino.

Rock Files: Joe Henry

Si chiama JOE HENRY, Il suo ultimo album è Blood From Stars e noi lo abbiamo incontrato per questa chiacchierata esclusiva.