Alessandro Bratti, Gestire i beni comuni

Alessandro Bratti nel suo libro parla dell’Agenda 21 locale. Importantissimo strumento per promuovere lo sviluppo sostenibile su scala locale

“L’Agenda 21 locale è un processo di partnership attraverso il quale le autorità locali – prevalentemente i comuni e le province – operano con tutti gli attori della comunità per definire piani di azione che mirano a perseguire concretamente la sostenibilità.” Questa è la definizione che dà Alessandro Bratti dell’Agenda 21 locale, importantissimo strumento per promuovere lo sviluppo sostenibile a scala provinciale e comunale. Forse l’unico mezzo veramente in grado di coinvolgere davvero le comunità locali nelle questioni ambientali, di renderle partecipi, di rendere i provvedimenti davvero efficienti.

Lo stesso concetto di Agenda 21 locale, ad ogni modo, prevede un’informazione costante ai cittadini, una partecipazione, una condivisione di responsabilità nel creare sviluppo e benefici economici in modo etico e responsabile, come è già avvenuto in città dell’Emilia Romagna come Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara. Insomma, un’amministrazione che punti allo sviluppo sostenibile è possibile. Basta impegnarsi.

Il libro di Alessandro Bratti

2006_S_gestione
Gestire i beni comuni, Manuale per lo sviluppo sostenibile locale a cura di Alessandro Bratti, Vaccari Alessandra prefazione di Realacci Ermete, edizioni ambiente

 

 

 

Articoli correlati
Modena, comune e provincia

La provincia di Modena sta portando avanti da alcuni anni una ricerca approfondita sull’ambiente con l’obiettivo di rendere efficace il piano degli interventi. L’agenda 21 per lo sviluppo sostenibile vi fa da punto di riferimento.