Giornate di Primavera

Due giornate dedicate al pubblico circa 350 chiese, conventi, dimore, palazzi privati e pubblici, parchi e giardini storici aperti per tutti

Sono realtà storiche-culturali, spesso chiuse da decenni,
che si trovano sparse in più di 110 città in tutta
Italia. Durante queste due giornate il pubblico le può
visitare gratuitamente facendosi sorprendere da splendori
inaspettati. Alcune sono segnate dal tempo e dall’abbandono e sono
poco conosciute anche negli ambienti degli storici. Comunque per
informare e guidare i visitatori saranno a disposizione più
di 3500 volontari.

Ideatore e organizzatore di questa iniziativa è il FAI
(Fondo per l’Ambiente Italiano), spinto dall’idea che “si protegge
ciò che si ama e si ama ciò che si conosce”. Per
scovare i tesori nascosti 80 delegazioni FAI sparse in tutto il
paese segnalano i monumenti, in seguito organizzano l’apertura e i
volontari. E’ ormai il decimo anno che si svolge questa iniziativa,
che tra l’altro ha portato alla riapertura continua di circa 150
monumenti. L’interesse è aumentato molto: dai 50’000
visitatori del 1993 siamo arrivati a 350’000 dell’anno scorso!

Alcuni esempi di monumenti che saranno aperti questo marzo:
l’Arsenale a Venezia, Palazzo Mattei di Giove a Roma, il Teatro
Petruzzelli a Bari, l’Abbazia dei Monaci Camaldolesi di Classe a
Ravenna, il Complesso di San Marcellino a Napoli, l’Antico
Municipio di Bolzano, il Monastero di Santa Maria Incoronata a
Bergamo, il Castelletto del Parco di Miramare a Trieste.

Articoli correlati
Calendario di primavera

Un calendario primaverile ricco di eventi ed iniziative per regalarci piacevoli momenti a contatto con le bellezze d’Italia. monumenti e ville riaprono