Gli ideali di un uomo controcorrente, Antonio Cederna

“Il pi

Nato a Milano il 17 ottobre 1921, archeologo, giornalista per i
più importanti quotidiani e periodici italiani, studioso
dell?ambiente, consigliere comunale e poi parlamentare, per alcuni
decenni Antonio Cederna è stato l?artefice di importanti
battaglie per la tutela e la promozione del paesaggio e del
patrimonio artistico italiano, nonché sostenitore di una
corretta urbanistica e avversario di una speculazione edilizia
sempre più rapida e vorace denunciata duramente già
nei primi anni ?50 con uno dei suoi libri più famosi – ?I
vandali in casa? – che a distanza di anni rende perfettamente il
tono di un paese, il nostro, che sarebbe potuto essere diverso da
com?è.

Intellettuale decisamente anomalo nel panorama italiano,
puntigliosamente documentato, ostinato e anticonformista, generoso
e disponibile, sferzante con i suoi articoli e i suoi libri,
incalzante nel denunciare con tempismo e passione l?imbarbarimento
e lo sfruttamento senza regole dell?ambiente, il dilagare della
cementificazione selvaggia, lo stato di abbandono e il degrado dei
nostri beni culturali – restano memorabili le sue battaglie per
l?Appia Antica, che considerava come l?Acropoli di Atene – Antonio
Cederna ha combattuto e vinto molte battaglie pur consapevole che
la guerra al patrimonio naturale e artistico del Bel Paese non
sarebbe mai finita.

Una lezione di grande impegno civile ma anche di grande
attualità. Un messaggio, il suo, rivolto in particolare ai
giovani a favore di un?attenzione e di una sempre maggiore
sensibilità alla gestione dell?ambiente e alla fruizione
sana e corretta dei beni culturali e artistici.

Antonio Cederna è stato tra i fondatori di Italia Nostra
e presidente della sezione di Roma dal 1980. Dal novembre del 2008,
a Capo Bove, in un casale al civico 222 dell?Appia Antica,
acquistato dallo Stato nel 2002, a poche centinaia di metri dal
Mausoleo di Cecilia Metella, è ospitato l?Archivio di
“Antonio Cederna” che conserva le carte del giornalista, i suoi
articoli, i libri.

Maurizio Torretti

Articoli correlati
L’Oscar dell’ecologia a un italiano

Rossano Ercolini, fondatore del movimento Rifiuti Zero, è un insegnante elementare di 56 anni di Capannori, in provincia di Lucca. Dal 1976 si batte per sensibilizzare la popolazione sui rischi dell’incenerimento dei rifiuti e sulla loro corretta gestione. Oggi ha vinto l’Oscar dell’ecologia.

Mercalli, cultura e buonsenso non bastano più

L’anno appena concluso è stato l’annus horribilis per il clima. Il più caldo di sempre (da quando si misura la temperatura) negli Usa, l’ondata di caldo eccezionale in Australia e di freddo in India, l’ultimo uragano che si è abattuto sulla coste atlantiche degli Usa.