Come usare gli oli essenziali

Come beneficiare degli oli essenziali quando si ha a che fare con i malati? Bastano bagni, pediluvi o dei semplici spruzzatori

Gli oli essenziali, la base dell’aromaterapia

Le minuscole molecole che compongono gli oli essenziali riescono a superare la barriera cutanea e ad entrare nel circolo sanguigno agendo come un fitoterapico vero e proprio, mentre, a livello olfattivo, l’aroma viene percepito e trasmesso direttamente al cervello e al sistema limbico (sede delle emozioni) da neuroni altamente specializzati, producendo un effetto immediato sull’umore e sullo stato d’animo della persona.

Gli oli essenziali sono molto potenti e per questo motivo vanno utilizzati in dosi minime, ma sono anche molto versatili: mescolati a creme neutre sono utilizzati per massaggi, diluiti in acqua sono posti nei vaporizzatori per l’ambiente e disciolti in un po’ di latte o miele sono un buon coadiuvante nel bagno in vasca.

Come beneficiare degli oli essenziali con i malati

Efficacissimi per rilassare e rasserenare un malato, gli oli essenziali facilitano il sonno e allontanano paure e depressioni: olio essenziale di Basilico, Arancio amaro, Ylang-Ylang, Limone e Sandalo hanno un effetto anti-depressivo, mentre l’olio essenziale di Legno di Cedro, Neroli, Camomilla, Maggiorana e Patchouli sono calmanti, rilassanti e rasserenanti.

Patchouli-oli-essenziali
Patchouli, i suoi oli essenziali sono noti er le loro proprietà calmanti (foto di Bildagentur-online/UIG via Getty Images)

Queste essenze possono essere utilizzate per bagni che favoriscono il sonno, alleviano dolori muscolari e migliorano l’umore: basta disperdere 10 gocce dell’olio (o oli) prescelti nella vasca già piena di acqua calda…oppure mescolare 10, massimo 15 gocce in un po’ di sapone liquido, o panna o miele (per favorire la dispersione degli oli) e versare nella vasca.

Se il malato non potesse fare il bagno risultano ugualmente utili i pediluvi e maniluvi preparati con lo stesso sistema; è sufficiente versare 5-6 gocce dell’olio prescelto nell’acqua calda e lasciare i piedi o le mani in immersione per una decina di minuti…asciugare e massaggiare con un po’ di crema in cui siano state mescolate 3-4 gocce dello stesso olio.

Un modo semplice per profumare una stanza, consiste nell’utilizzare gli stessi spruzzatori che si utilizzano per le piante. Occorre riempirli d’acqua, aggiungere da 5 a 10 gocce di olio essenziale, agitare bene e spruzzare nell’ambiente. Un metodo migliore e di maggiore durata è comunque quello di utilizzare gli appositi bruciatori per essenze.

Per chi è depresso e sconfortato, ad esempio, è utile la combinazione di 10 gocce di Olio essenziale di Sandalo con 4 gocce di Olio di Neroli; se il problema invece sono le tensioni, l’angoscia, l’insonnia : 3 gocce di Olio di Legno di Cedro con 3 gocce di olio di Ylang Ylang e 3 gocce di Lavanda avranno un notevole effetto rilassante.

Articoli correlati