Golfo del Messico: quale impatto?

La chiazza di greggio si è estesa su una superficie di oltre 1.500 chilometri quadrati, pari all’estensione della città di New York, misura 130 chilometri nel punto più largo, e…

La chiazza di greggio si è estesa su una superficie di oltre
1.500 chilometri quadrati, pari all’estensione della città
di New York, misura 130 chilometri nel punto più largo, e si
trova ormai a 60 km a sud est dalle coste della Louisiana.
La società petrolifera britannica Bp intanto sta accelerando
le operazioni per contenere la dispersione.

Per contenere la marea nera la guardia costiera statunitense sta
impiegando quattro robot sottomarini che dovrebbero sigillare la
perdita. Il presidente Obama ha dichiarato quest’emergenza una
priorità nazionale. L’incendio e l’affondamento della
piattaforma, avvenuti per cause ancora da accertare, hanno
provocato finora undici vittime tra gli operai addetti agli
impianti.

Intanto alcuni familiari delle vittime denunciano presunte
violazione di regole di sicurezza.

In particolare nella denuncia presentata presso il tribunale
distrettuale della Eastern District viene citato anche il gigante
dell’energia Halliburton che poco prima dell’esplosione aveva fatto
lavori di cementificazione del pozzo petrolifero. Secondo l’azione
legale “questi lavori sarebbero stati fatti con negligenza e
potrebbero essere stati all’origine dell’esplosione”.

Halliburton, il gigante texano dei servizi petroliferi, è
diventato durante gli anni dell’amministrazione Bush uno dei
principali contractor del governo nelle operazioni in Iraq e
Afghanistan.

Abbiamo sentito l’opinione di
Alessandro Giannì
, direttore delle
campagne di Greenpeace in Italia.

Articoli correlati