Piccoli gorilla crescono (in Africa)

I gorilla di montagna che popolano le foreste di Uganda, Ruanda e Repubblica Democratica del Congo sono 880 secondo il Wwf. Erano 786 nel 2010, anno dell’ultimo censimento.

Nonostante non si possa ancora parlare di situazione sotto
controllo, il Wwf ha divulgato gli ultimi dati forniti dall’Uganda
relativi al numero di esemplari di gorilla di montagna che vivono
tra il parco nazionale impenetrabile di Bwindi (400)
e i monti Virunga (480).

 

Il Wwf ha lodato gli sforzi dei paesi africani per proteggere
i gorilla di montagna, gli unici primati
che hanno conosciuto un aumento della popolazione negli ultimi
anni, ma ha anche ricordato loro di continuare su questa strada
perché la specie non si può ancora considerare fuori
pericolo.

 

I maggiori pericoli corsi dai gorilla sono la caccia e il
bracconaggio, le malattie diffuse dall’uomo e la perdita di
habitat. Una fonte di preoccupazione per il futuro è invece
rappresentata dalle autorizzazioni fornite dai governi alle
società petrolifere per condurre attività di
estrazione. Pur non riguardando direttamente i parchi popolati dai
gorilla, questo tipo di sfruttamento delle risorse del territorio
centrafricano rischia di minacciare la biodiversità a causa
del continuo passaggio di operai e mezzi pesanti.

Articoli correlati