Green Drop Award: al cinema per la sostenibilit

Alla 69′ edizione della mostra del Cinema di Venezia, tradizionale appuntamento in Laguna, c’

Il cinema può essere un potente alleato per diffondere
idee e consapevolezza: immagini, gesti, parole, fotografia
incarnano scelte e raccontano una storia. Questa storia può
parlare del nostro stile di vita, dell’ ecologia e del rispetto
dell’ambiente in cui viviamo ed inevitabilmente mette in gioco
pensieri ed emozioni, trasformandosi spesso da esperienza estetica
in esperienza pratica. Prendendo le mosse da questi concetti, a
Venezia all’interno della celebre manifestazione dedicata alla
settima arte è nato il premio Green Drop
Award
, che sarà assegnato al film che ”meglio
abbia interpretato i valori dell’ecologia e dello sviluppo
sostenibile, con particolare attenzione alla conservazione del
Pianeta e dei suoi ecosistemi per le generazioni future, agli stili
di vita e alla cooperazione fra i popoli”. Della selezione
ufficiale del concorso, 18 film verranno giudicati da una giuria
presieduta da Ermanno Olmi, regista insignito del Leone d’Oro alla
Carriera a Venezia nel 2008.

Proprio a poche ore dall’apertura ufficiale del tradizionale
appuntamento in Laguna, il Premio Nobel per la Pace Mikhail
Gorbaciov, fondatore di Green Cross International, commenta
così la decisione di inserire fra i premi collaterali della
kermesse cinematografica: “Il Green Drop Award è un simbolo
del legame tra sviluppo umano e sostenibilità ambientale.
Per questo agli organizzatori della manifestazione vanno i miei
elogi per aver accolto la proposta di creare un premio
cinematografico dedicato all’ambiente e alla cooperazione tra i
popoli”.

Siete curiosi? Dovete aspettare venerdì 7 settembre
alle 19.30, quando verrà rivelato il nome del film
più amico dell’ambiente, che riceverà il premio di
vetro soffiato da un maestro vetraio di Murano a forma di goccia,
al cui interno è contenuto un campione di terra che ogni
anno proverrà da Paesi diversi, quest’anno dal Brasile, dove
si è da poco svolta la Conferenza delle Nazioni Unite sullo
Sviluppo Sostenibile Rio+20. Goccia dopo goccia, film dopo film,
verso un futuro più sostenibile.

Articoli correlati

Green Drop Award: al cinema per la sostenibilità

Nasce il premio Green Drop Award, sarà consegnato durante la mostra del Cinema di Venezia e premierà il film che ”meglio abbia interpretato i valori dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile”.

Il cinema può essere un potente alleato per diffondere
idee e consapevolezza: immagini, gesti, parole, fotografia
incarnano scelte e raccontano una storia. Questa storia può
parlare del nostro stile di vita, dell’ ecologia e del rispetto
dell’ambiente in cui viviamo ed inevitabilmente mette in gioco
pensieri ed emozioni, trasformandosi spesso da esperienza estetica
in esperienza pratica. Prendendo le mosse da questi concetti, a
Venezia all’interno della celebre manifestazione dedicata alla
settima arte è nato il premio Green Drop
Award
, che sarà assegnato al film che ”meglio
abbia interpretato i valori dell’ecologia e dello sviluppo
sostenibile, con particolare attenzione alla conservazione del
Pianeta e dei suoi ecosistemi per le generazioni future, agli stili
di vita e alla cooperazione fra i popoli”. Della selezione
ufficiale del concorso, 18 film verranno giudicati da una giuria
presieduta da Ermanno Olmi, regista insignito del Leone d’Oro alla
Carriera a Venezia nel 2008.

Proprio a poche ore dall’apertura ufficiale del tradizionale
appuntamento in Laguna, il Premio Nobel per la Pace Mikhail
Gorbaciov, fondatore di Green Cross International, commenta
così la decisione di inserire fra i premi collaterali della
kermesse cinematografica: “Il Green Drop Award è un simbolo
del legame tra sviluppo umano e sostenibilità ambientale.
Per questo agli organizzatori della manifestazione vanno i miei
elogi per aver accolto la proposta di creare un premio
cinematografico dedicato all’ambiente e alla cooperazione tra i
popoli”.

Siete curiosi? Dovete aspettare venerdì 7 settembre
alle 19.30, quando verrà rivelato il nome del film
più amico dell’ambiente, che riceverà il premio di
vetro soffiato da un maestro vetraio di Murano a forma di goccia,
al cui interno è contenuto un campione di terra che ogni
anno proverrà da Paesi diversi, quest’anno dal Brasile, dove
si è da poco svolta la Conferenza delle Nazioni Unite sullo
Sviluppo Sostenibile Rio+20. Goccia dopo goccia, film dopo film,
verso un futuro più sostenibile.

 

Articoli correlati