Fiori di Bach per accompagnare il cambiamento e la crescita.

Walnut e Star of Bethlehem sono utilizzati in situazioni particolari della vita, in cui stanno per verificarsi mutamenti essenziali al cambiamento

Per Edward Bach il noce, Walnut, e la stella di Betlemme, Star of Bethlehem, erano i rimedi floreali da somministrare ai neonati per alleviare il cambiamento dal rassicurante utero materno al mondo dell’ignoto.

La mitologia riconosce il noce come l’espressione del rinnovamento profondo e della trasformazione. La tradizione giudaica associa a questo albero il numero nove, il numero della compiutezza, del declino e nel contempo del passaggio a un nuovo, più alto livello.

Secondo il dottor Bach, Walnut è il fiore somministrato quando è necessario lasciare un vecchio modello di vita per incontrarne un altro, come succede durante l’adolescenza o al momento di abbandonare la casa dei genitori, ma anche durante la menopausa e l’invecchiamento.

Il suo effetto viene potenziato dall’azione sinergica di Star of Bethlehem, un fiore collegato con il potenziale spirituale del risveglio e del riorientamento interiore dell’individuo. Viene spesso prescritto, quando nella vita di una persona si sono verificati traumi, interiori e/o fisici, che ne determinano la trasformazione verso nuove soluzioni di vita.

Articoli correlati