I guerrieri dell’Arcobaleno: una visione di Pace

Come dice Thomas Banyacya “L’Arcobaleno è il segno dello Spirito che vive in ogni cosa. E’ il segno dell’unione tra i popoli, in una grande sola famiglia.

Esse dicono che, quando la Terra sarà vicina alla fine, a
causa della distruzione e della violenza dei suoi figli, uomini di
ogni colore e di ogni razza – i guerrieri dell’arcobaleno, appunto
– si uniranno per costruire la pace.

Come dice Thomas Banyacya, un anziano della nazione Hopi:
“…L’Arcobaleno è il segno dello Spirito che vive in ogni
cosa. E’ il segno dell’unione tra i popoli, in una grande sola
famiglia. Quell’unione dell’umanità fatta di molte
tribù e molti popoli che oggi è sempre più
essenziale.”

Impossibile non ripensare a tutto questo, in giorni in cui
centinaia e centinaia di bandiere arcobaleno sventolano in tutto il
mondo per chiedere la pace e la fine della guerra.

Ma tutto questo è noto. Quello che forse non tutti sanno
è che nella prima guerra all’Iraq il governo tradizionale
Lakota diede vita ai “Guerrieri della Pace”, i “Wolakota
Tokala”.
Guidati da Arvol Looking Horse, il Custode della Pipa Originaria
conservata a Green Grass, essi si recarono a Bagdad per fumare la
Sacra Pipa con Saddam e per invocare la pace.
E questo nella convinzione che, quando si prega con la Sacra Pipa,
si crea un ponte tra Cielo e Terra e che le nostre preghiere, se
è nel disegno di Tunkasila, il Padre, verranno esaudite.

Oggi purtroppo siamo di nuovo di fronte ad un’altra guerra, assurda
come tutte le guerre. E, secondo gli Anziani, la violenza, la
paura, la sofferenza degli uomini hanno creato una nube scura di
dolore sull’aura di Madre Terra.
Per dissipare quest’ombra, oggi come ieri come sempre, l’arma
migliore è levare disarmati gli occhi al cielo e
pregare.
Nella convinzione e nella speranza che si avveri quanto da tempo
immemorabile affermano gli Anziani delle nazioni indiane e
cioé l’avvento di un mondo costruito sulla pace e sull’
amore con una sola nazione, un solo popolo, una sola bandiera. Una
bandiera fatta di sette colori. Sette come i Punti di Luce che
danno vita ed energia al nostro corpo. Sette come le trasparenti
armonie dell’Arcobaleno che, dopo ogni tempesta, si fa ponte tra
Terra e Cielo.

Marina d’Andrea

Articoli correlati