I sacchetti del pane fanno il bis

Al via il primo progetto italiano per una raccolta pi

Un progetto innovativo per promuovere la raccolta dei rifiuti
organici sta per partire a Zola Pedrosa, un piccolo paesino
all’ombra dei colli bolognesi. L’amministrazione comunale, infatti,
ha deciso di distribuire agli esercizi di generi alimentari dei
sacchetti in carta speciale, rinforzata e trasparente che i
cittadini potranno riutilizzare per la raccolta dell’umido.

I benefici per l’ambiente saranno diversi. Per prima cosa si
ridurrà il numero di sacchetti di plastica in circolazione
perché il comune ha deciso di distribuire gratuitamente il
primo stock dei nuovi sacchetti a tutti gli esercizi commerciali
che ne faranno richiesta.

Inoltre, i nuovi sacchetti permetteranno di risolvere alcuni
fastidiosi problemi che di solito spingono i cittadini a non
differenziare, come l’eliminazione degli odori. Le qualità
innovative del sacchetto eviteranno la fermentazione dei rifiuti,
causa dei cattivi odori, consentendone, invece, la trasformazione
in materiale per il compostaggio domestico.

Infine, i sacchetti saranno un potente strumento di
comunicazione per promuovere le buone abitudini e informare i
cittadini sui benefici derivanti dalla pratica quotidiana della
raccolta differenziata. Attualmente a Zola si differenzia circa la
metà dei rifiuti prodotti, mentre per quanto riguarda
l’umido, la cui raccolta è partita tre anni fa, copre oggi
il 30% del totale dei rifiuti.

Articoli correlati