I segreti dell’autostima

L’autostima diventa così un requisito fondamentale per vivere bene la propria vita. Una persona con buona autostima…

“In tutto l’universo, non c’è un’altra
persona che sia esattamente uguale a me.
Sono me
stesso/a e tutto ciò che sono è unico.

Sono responsabile di me stesso/a, ho tutto quel
che mi serve qui e ora per vivere pienamente.

Posso scegliere di manifestare il meglio di me,
posso scegliere di amare, di essere competente, di trovare un senso
alla mia vita e un ordine all’universo,
posso scegliere di svilupparmi,
di crescere e di vivere in armonia con me stesso/a, gli altri e la
vita.

Sono degno/a di essere accettato e amato/a
esattamente come sono, qui e ora.

Mi amo e mi accetto, decido di vivere
pienamente
a partire da oggi”.

Possiamo affermare a testa alta quanto riporta questa
dichiarazione di autostima? Se ancora la risposta non è
affermativa, possiamo decidere di impegnarci in questa direzione di
consolidamento di autostima e di acquisire quelle nuove abitudini
mentali
– perché è solo di questo che si
tratta – che ci permettano di riconoscerci competenti e degni di
rispetto.

L’autostima non è un eccesso di egocentrismo, è
una concreta capacità di riconoscersi per ciò che si
è, con i pregi e i limiti, e di accettarsi così come
si è
, dandosi tutto il sostegno e l’appoggio
necessario per valorizzare i pregi attuali e superare i limiti
esistenti, quando possibile.

Conquistare una buona autostima è un passo fondamentale
per instaurare buone relazioni con gli altri, perché chi
è diventato cosciente del proprio
valore
, diventa automaticamente capace di riconoscere
e onorare il valore degli altri.
Una persona che ha una buona autostima, sottolineano Rosette
Opoletti e Barbara Dobbs le autrici del libro I segreti
dell’autostima
(Edizioni Il punto d’Incontro), non è
arrogante né orgogliosa, non ha bisogno di farsi avanti
schiacciando gli altri o indispettendoli.

L’autostima diventa così un requisito fondamentale per
vivere bene la propria vita. Una persona con buona
autostima…

Una persona con buona autostima…

  • si accetta come essere umano in
    evoluzione
    ; sa di essere in cammino, in via di
    sviluppo
  • cerca di conoscersi sempre meglio, di comunicare il mondo
    efficace
  • accetta di rivedere le proprie certezze, di porsi domande sulle
    proprie credenze
  • è desiderosa di entrare in contatto con gli altri
  • ha obiettivi
    chiari
    per al propria vita e trova le informazioni e
    gli aiuti che le servono per raggiungerlo
  • sa distinguere tra fatti, interpretazioni e emozioni
  • è capace di vivere nel presente
  • è cosciente dei valori che la guidano

Ma come si fa ad avere una buona autostima? L’infanzia è
molto importante, è vero e molto possono fare i genitori –
con il loro atteggiamento e con le parole che scelgono per
comunicare – per favorire l’autostima presente e futura dei loro
bambini. Ma “non è mai troppo tardi per avere un’infanzia
felice”, ovvero, non è mai troppo tardi per sviluppare il
senso del valore di sé.

Rimboccarsi le maniche e decidere di coltivare il nostri
rispetto per noi stessi è il primo passo. Le indicazioni non
mancano, libri, terapeuti, counselor in
tutto il mondo ormai sostengono le persone in un percorso di
crescita personale verso la riconquista di una atteggiamento
più positivo e propositivo di noi stessi. Quando l’allievo
è pronto il maestro appare, e a volte anche un libro
può essere rivelatore. Cosa fare concretamente?

  1. Prendere coscienza del problema e focalizzarsi sulla
    motivazione ad affrontarlo è il primo passo.
  2. Poi, si tratta di correggere i pensieri sbagliati:
    generalizzazioni, “metà vuote” del bicchiere, conclusioni
    affrettate, esagerazioni, elenchi di “devo” e “bisogna”, tendenza
    al biasimo e al pregiudizio.
  3. Il passo successivo è assumersi la
    responsabilità
    della propria vita. Chiedersi
    “che cosa voglio per me?”, “Che cosa chiedo agli altri?” e “A cosa
    devo rinunciare?”
  4. Il percorso continua, ora si tratta di sviluppare la compassione,
    cioè un atteggiamento di maggior accettazione nei confronti
    degli altri, sviluppando la disponibilità a dedicare il
    proprio tempo anche ai bisogni e alle necessità
    altrui
    .
  5. E, last but nos least, come si suol dire, onorare le
    proprie convinzioni, coltivare
    l’integrità
    , cioè il coraggio di
    difendere ciò in cui si crede e i propri valori.

Spesso si mantiene un vecchio modo di essere solo per pigrizia o
paura di
cambiare
, anche se non è funzionale e non
apporta gioia. Non è poi così difficile decidere di
migliorare la propria qualità della vita e, come dice il
saggio, un viaggio di diecimila chilometri inizia con il primo
passo. Buona vita! Imparate a godervela.

Articoli correlati
I segreti del successo

Gli aforismi di Swami Kryananda per comprendere il vero significato del successo e coltivare nella propria vita serenità e successo.

Autostima al femminile

Il consolidamento dell’autostima delle donne passa attraverso il recupero e la valorizzazione delle qualità.

Crescita personale

“Svegliarsi e guardare il mondo con occhi nuovi”, questo il punto di partenza per riaprirsi alla vita e intraprendere un percorso di scoperta della vastità del mondo.