“I sogni son desideri”

Una delle pi

“L’inconscio, quando si dorme – spiega Gianni Camattari,
psicoterapeuta milanese – può rappresentare e soddisfare in
forma simbolica i desideri che l’individuo ha durante lo stato di
veglia e non riesce a realizzare”.

Tutto avviene durante la fase del sonno dagli specialisti
denominata con una semplice sigla, Rem (da Rapid Eye Movement).
Durante il periodo del riposo questa fase ha un andamento
altalenante, viene intervallata da quella in cui il sonno è
senza sogni. “Guai a non sognare – spiega lo specialista -. La
funzione onirica, per l’equilibrio e la salute della persona,
è fondamentale, sia a livello psichico sia per la salute
fisica”. Si tratta di un’importante funzione del sistema
mente-corpo, senza la quale ci potrebbero essere persino
alterazioni fatali dell’attività cerebrale, fino alle
estreme conseguenze, la morte.

Ma attenzione però: va ricordato che su alcuni motivi per i
quali ogni individuo sogna e su alcuni aspetti dell’attività
onirica, il dibattito è ancora aperto, le interpretazioni,
infatti, sono ancora le più diverse e su alcuni punti
divergono: iIl padre della psicanalisi Freud, per esempio,
sosteneva che il sogno possiede una funzione “compensativa”, ha
come leit-motiv il concetto relativo alla “soddisfazione del
desiderio”, pure quando si manifesta nei panni di un incubo.
Secondo altre scuole dedite allo studio del “profondo”, invece,
l’incubo è semplicemente la rappresentazione di
un’esperienza drammatica vissuta realmente, durante lo stato di
veglia. Ma è probabile che entrambi le tesi siano da
considerarsi valide.

Conclude Camattari: “In effetti, l’incubo può essere il
racconto al contrario di un desiderio che si è riusciti a
soddisfare, oppure la storia simbolica di un avvenimento che ci ha
fatto soffrire. Come tale, viene portato alla superficie
dall’inconscio, con l’obiettivo di poterlo sdrammatizzare e di
consentire alla persona di star meglio durante la fase di
veglia”.

Luca Pavanel

Articoli correlati
Le carte dei Nat, gli spiriti della Natura

I Nat sono spiriti di natura, potenti aspetti selvaggi della psiche umana, essi rappresentano le forze dell’Io istintuale che, se sapientemente cavalcate, possono portarci alla conquista dei nostri obiettivi. Vengono associati agli antenati e utilizzati per interrogare la memoria della stirpe.

La terapia dei suoni

Le valenze della musica vanno ben oltre l’aspetto ludico e ricreativo. Nuove ricerche in campo medico hanno ormai accertato gli effetti della musica prodotti sull’individuo.

La sincronicità

Fenomeno misterioso ed affascinante, l’evento sincronico collega per un istante il mondo del sogno e quello della veglia, lasciandoci sorpresi ma come benedetti dall’incontro.

Polinesia. I Kahuna e il Mana

Lo sciamanesimo della Polinesia era caratterizzato dal Mana, una forza vitale soprannaturale di cui si servivano i Kahunas, sacerdoti-medici-stregoni.

All’inizio c’erano gli sciamani

La scienza considera la malattia come una sorta di accidente estraneo alla vita dell’individuo. Lo sciamano, cura attraverso riti magici, danze e canti