Il 2012

Il 2012 sarà l’Anno internazionale dell’energia sostenibile (International Year for Sustainable Energy). Ad annunciarlo è stato il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. Secondo il Segretario c’è bisogno di…

Il 2012 sarà l’Anno
internazionale dell’energia sostenibile
(International
Year for Sustainable Energy). Ad annunciarlo è stato il
Segretario generale delle Nazioni Unite Ban
Ki-moon
.


Secondo il Segretario
c’è bisogno di “una rivoluzione
globale verso l’energia pulita che renda disponibile per tutti
l’accesso all’elettricità”. Ad oggi infatti esistono ancora
1,6 miliardi di persone nei paesi in via di sviluppo che non vi
hanno accesso. Per fare questo, però, non bisogna
dimenticarsi delle altre esigenze del nostro pianeta, come
minimizzare i rischi derivanti dai cambiamenti
climatici
, ridurre la povertà e migliorare le
condizioni di salute. Allo stesso tempo bisogna garantire la
crescita economica oltre che a pace e stabilità.

 

Nel 2009 Ban Ki-moon ha costituto un gruppo di lavoro su
energia e cambiamenti climatici (Advisory Group on Energy and
Climate Change). La relazione del gruppo ha fissato due obiettivi
imprescindibili da raggiungere entro il 2030: accesso universale
all’elettricità e migliorare l’efficienza
energetica
del 40 per cento.

 

Per raggiungere questi risultati, sempre il gruppo ha previsto
una spesa pari a 35 miliardi di dollari l’anno per i prossimi
vent’anni, per un totale di 700 miliardi di dollari. Può
sembrare una cifra elevata, ma in realtà rappresenta solo il
tre per cento degli investimenti previsti nel settore energetico
per lo stesso periodo.

Articoli correlati