Alla Triennale di MilanoIl boa-lampada e la farfalla-panca

Una mostra alla Triennale di Milano fa vedere una quarantina di oggetti di design con forme ispirate ad animali. Molti ispirati ad animali volanti

Una mostra alla Triennale di Milano fa vedere una quarantina di
oggetti di design con forme ispirate ad animali.

“Parto sempre da qualcosa di vivo che poi si traduce nelle figure,
nelle immagini, nei progetti. Non c’è niente di più
bello che far trasparire ciò che è vivo. Tutto il
mondo animato, delle cose vive è fonte di ispirazione, dagli
insetti, alle piante agli animali”. E’ il napoletano Riccardo
Dalisi, il poeta tra i progettisti, che scrive queste frasi a
proposito di una sua panca da giardino in metallo che assomiglia
tantissimo a un paio di ali aperte di una delicata farfalla
azzurra.
“Bird” invece è una chaise longue di stile minimalista che
evoca la posizione delle ali di un uccello in volo: lo schienale
obliquo sembra l’ala alzata verticalmente, la seduta ridisegna
l’ala distesa orizzontalmente. La bellezza formale della seduta sta
proprio nella riproduzione dell’eleganza e leggerezza che
caratterizzano il volo degli uccelli.
Molti sono gli oggetti ispirati ad animali volanti: sono l’idea di
leggerezza e slancio che vengono trasferite su lampade e sedute. I
corpi sinuosi dei serpenti invece si trasferiscono bene, con
l’aiuto di tubi flessibili, sul design sperimentale di fonti
illuminanti. Un maialino come seduta, un polipo come spremiagrumi,
mosche come puntine, Moby Dick, l’incubo del capitano Achab,
immaginata come seduta con un bizzarro schienale, questi e altri
sono tutti modi per riportare nelle case un po’ del mondo animale
che da tempo stiamo allontanando dalle abitazioni degli umani.
L’esposizione dura fino al 8 settembre.

 

Articoli correlati