Omeopatia

Il futuro dell’omeopatia

Omeopatia e medicina sono le due facce della stessa medaglia e integrate possono offrire al malato le migliori possibilità di guarigione. Questa l’idea alla base del libro di Christian Boiron.

Al centro di una polemica ricorrente a livello medico e
scientifico, l’omeopatia rappresenta una vera e propria scommessa
di tipo politico ed economico dal punto di vista del Sistema
Sanitario.
Approvata a larga maggioranza dal pubblico e da molti medici,
rimane esclusa dall’universo degli ospedali universitari e la sua
modalità d’azione è tuttora priva di spiegazione.
Allora, qual è il suo futuro? Il suo destino?

In questo libro Christian Boiron privilegia l’integrazione
dell’omeopatia all’interno della medicina in tutte le sue
dimensioni: scientifica, ospedaliera, universitaria. E questo allo
scopo di offrire al malato le migliori possibilità di
guarigione.

Ci descrive questo cammino senza compromessi, lungi da qualsiasi
trionfalismo e da qualsiasi settarismo: «La mia fiducia
nell’importanza attuale e potenziale dell?omeopatia mi permette di
rivelarne le debolezze ed i limiti. Come l?’allopatia, deve
valutarsi, rimettersi in discussione ed evolversi continuamente per
progredire al servizio dei malati e delle malattie.»

Articoli correlati
Effetto placebo, l’omeopatia applicata alle piante lo smentisce

Ricerche in laboratorio hanno dimostrato che i vegetali, immuni dall’effetto placebo, se trattati con medicinali omeopatici reagiscono diventando più resistenti e più ricchi di sostanze nutraceutiche. Ce ne parla Lucietta Betti, già ricercatore confermato e docente di patologia vegetale e micologia.