Il mistero della sessualità

“Tutto contiene il sesso, anima e corpo, significati, prove, scrupoli e purezza, risultati, promulgazioni, canzoni, ordini, salute, orgoglio,il materno mistero, il latte seminale, e tutte le speranze, le buone azioni,le concessioni, tutte le passioni, amori, gioie, delizie della terra.” (Walt Whitman)

E’ un mistero che coinvolge il corpo, i sentimenti, la psiche,le
carenze e le castrazioni sociali, ma anche… l’anima! Non a caso
la sessualità si trova sempre al centro di tutte le
religioni, per essere controllata, demonizzata, oppure usata come
ponte con il divino.

La sessualità è un comportamento, a volte scelto a
volte incontrollato, che include sempre due forze affettive

fondamentali: tenerezza e aggressività.

Moltissime alterazioni, a prima vista classificabili come
organiche, sono in realtà psico-indotte o causate da
disordini emotivi, perché la sessualità rappresenta
l’unità mente-corpo, più di ogni altro aspetto della
nostra esistenza, non essendo possibile separare la funzione delle
attività sensoriali-genitali, dalla sfera psicologica.

Purtroppo, in occidente, il piacere della “carne” è sempre
stato negato e malgrado l’indiscussa bellezza e sensualità
del Canto dei Cantici (uno dei libri dell’Antico Testamento)
l’influenza della Chiesa ha impedito per secoli di riconoscere una
dimensione anche psicologica e spirituale della sessualità
che andasse oltre una funzione procreatrice.

Nel mondo orientale l’atto sessuale esprime e realizza a livello
concreto il significato simbolico dell’unione armoniosa dello Yin e
dello Yang in Cina e di Shiva e Sakti in India, l’unione
cioè del principio maschile con il principio femminile, e il
superamento della dualità, diventando così un potente
mezzo sulla strada dell’autorealizzazione del Sé. Lo stesso
concetto è presente anche nella cultura islamica, specie in
quella mistica dei Sufi.

Ancora oggi, in oriente, il rapporto tra uomo e donna non è
inteso in termini di sentimento angelicato e di affinità
elettive: l’intera concezione dell’amore va oltre il desiderio
sessuale, l’attrazione fisica.

La sessualità è riconosciuta come espressione di una
esigenza del tutto naturale e viene compresa fra le
necessità primarie, come è ben spiegato nel famoso
testo Kamasutra, scritto verso il terzo secolo d.C.: “Le
attività che riguardano l’amore hanno la stessa natura del
cibo , perché contribuiscono al sostentamento del
corpo”.

“Tutto contiene il sesso, anima e corpo, significati, prove, scrupoli e purezza, risultati, promulgazioni, canzoni, ordini, salute, orgoglio,il materno mistero, il latte seminale, e tutte le speranze, le buone azioni,le concessioni, tutte le passioni, amori, gioie, delizie della terra.” (Walt Whitman)

Gabriele Bettoschi

Articoli correlati