Il nostro paesaggio sonoro

Analizzando il soundscape di un luogo scopriamo che esistono suoni importanti per la loro individualità. Schafer ci accompagna alla scoperta del paesaggio sonoro.

Oltre 20 anni fa, il musicologo e ricercatore canadese
R.M.Schafer iniziò a studiare e a profetizzare i
dinamici cambiamenti sonori che avrebbero cambiato e trasformato
radicalmente la nostra società. In tale occasione
coniò il concetto di “soundscape” ossia il paesaggio
di suoni in cui vive l’uomo dalle sue origini, riuscendo a
raccontare e a spiegare l’evoluzione dell’ambiente sonoro dalle
società agricole a oggi.

Similmente alla musica, l’ambiente acustico di una società
può essere letto come uno strumento rivelatore della propria
epoca e come un indicatore delle condizioni sociali che lo ha
prodotto, afferma Schafer. Oggi il nostro “soundscape” non solo
è più forte di quello di qualsiasi altra cultura nel
tempo e nello spazio, ma è anche caratterizzato da
un’esuberanza di rumori incessanti a bassa fedeltà (low-fi),
e quindi non di qualità: il ronzio delle condutture, il
traffico, i ventilatori, il computer, le sirene, il rombo degli
aerei…

Lo studio di Schafer sul paesaggio sonoro del mondo attraversa i
territori sconfinati della storia, delle scienze sociali, della
musica, della letteratura, della mitologia e dell’ecologia.
Il paesaggio sonoro urbano in cui viviamo è fortemente
volgarizzato al punto da rappresentare un problema importante al
pari di altri che oggi riguardano l’ambiente.

Ci sfugge così il respiro degli elementi naturali che non
riusciamo più ad accompagnare e riconoscere nel loro
manifestarsi e trasformarsi attorno a noi. Le metropoli sono
caratterizzate dal rumore che, uniforme, sovrasta e spegne la
nostra sensibilità uditiva ed è solo lo spazio
all’interno delle nostre abitazioni che può diventare
rifugio e oasi quando si vive in città.

Maurizio Torretti

 

Articoli correlati
Massaggio sonoro

I terapisti sono due e lavorano fianco a fianco, in sintonia. Un doppio massaggio, sonoro e tattile

Farmaco sonoro

Oggi, di musica si può anche guarire. Le valenze della musica vanno ben oltre l’aspetto ludico e ricreativo: nuove e rivoluzionarie ricerche in campo medico hanno accertato gli effetti della musica prodotti sull’individuo.