Il primo climatizzatore che controlla l’umidità

In inverno, umidificare l’aria in un ambiente riscaldato evita gola secca e pelli screpolate.

Stiamo parlando di un condizionatore che consente di regolare
l?umidità relativa tra il 40 ed il 60%, con due ulteriori
vantaggi: viene limitata al massimo la proliferazione di virus e
batteri presenti nell?aria e, ristabilendo il corretto livello di
umidità, fa in modo che si percepisca un caldo confortevole
anche a temperature più basse.

Ururu Sarara – che in giapponese vuol dire “umidificare e
deumidificare” – ha anche una funzione che consente un completo
ricambio dell?aria senza aprire né porte né finestre.
Funziona prelevando nuova aria dall?esterno e introducendola in
ambiente grazie ad una potente ventilazione in grado di rinnovare,
in sole 2 ore, l?aria di un locale di circa 26 mq – un soggiorno di
medie dimensioni. In più l?aria di rinnovo, prima di essere
rilasciata nel locale, viene filtrata e raffreddata (o riscaldata)
affinché entri nel locale pulita e senza modificare la
temperatura interna. Non essere costretti in estate ad aprire porte
o finestre significa evitare odori e rumori molesti e l?ingresso di
insetti fastidiosi come mosche e zanzare. In inverno, significa
evitare bruschi abbassamenti di temperatura con relativo aumento
dei costi di riscaldamento e rischi per la propria salute.

Migliora realmente, quindi, sia l?aria che proviene dall?esterno
che quella presente nel locale. La prima viene purificata
già dall?unità esterna, che ne rimuove gas di scarico
e odori sgradevoli. Entrambe vengono purificate dall?unità
interna, tramite un sistema di filtrazione a tre stadi: il
pre-filtro cattura le particelle inquinanti più grosse come
polveri e peli di animali; il sistema Flash Streamer rilascia un
flusso di elettroni ad alta velocità con un forte potere di
ossidazione e rimuove gli allergeni come pollini, acari e muffe (e
relativi fattori coadiuvanti), ed accelera il processo di
fotocatalisi del filtro foto-catalitico all?apatite di titanio, che
assorbe e decompone virus e batteri. Risultato: aria sana e
pulita.

Nelle nostre case infatti spesso sono presenti impurità
come le particelle derivanti dagli scarichi dei veicoli diesel
(DEP), i gas esausti (NOx) e i VOC, composti organici volatili come
la formaldeide, provenienti da alcuni materiali di costruzione, dai
cosmetici, dai prodotti per la pulizia, ecc. Sono estremamente
dannosi perché aumentano l?efficacia degli allergeni. Il
sistema Flash Streamer, grazie al suo potente flusso di elettroni
ad alta velocità con forte potere ossidante, li combatte. E
la funzione Mold Shock elimina tutti i residui di muffe presenti
nel locale.

Per quello che offre, questo climatizzatore non è
costoso. Inoltre, ha un?elevatissima efficienza energetica, che gli
consente di essere in classe A con tutti i suoi 3 modelli. Ururu
Sarara ha livelli di efficienza in raffreddamento decisamente
superiori al livello minimo necessario (3,20) per essere in classe
A. Tanto per intenderci Ururu Sarara, grazie alla sua elevata
efficienza, consente un risparmio in termini di consumo energetico
di circa il 33% rispetto ad un normale climatizzatore non Inverter,
e del 20% rispetto ad un climatizzatore Inverter dell?ultima
generazione.

Come mai, allora, tutti dicono che i climatizzatori sono
inquinanti e consumano molta energia?

È un?affermazione generica, che non si addice né
ai climatizzatori Daikin né tanto meno a Ururu Sarara. In
più, come tutti i climatizzatori Daikin, utilizza un
refrigerante che, in caso di dispersione, non danneggia la fascia
di ozono. Inoltre, è realizzato con materiali riciclabili al
95%. Grazie ai suoi bassi consumi, può essere
tranquillamente usato insieme ad uno (o più) degli
elettrodomestici sopraccitati. Se proprio vogliamo fare un
paragone, Ururu Sarara (alle condizioni nominali di funzionamento),
consuma il 63% in meno rispetto ad un ferro da stiro da 1,5 kWh.
Ovvero 2h di stiratura equivalgono a 5h 21? di climatizzazione con
Ururu Sarara.

Non fa ancora il caffè. Ma 10 ore di funzionamento di
Ururu Sarara costano quanto una tazzina di caffè.

Sarà
difficile da usare? E’ silenzioso? Qualche altro
dubbio?

Articoli correlati