Il primo ecosoftware per il navigatore Garmin

Ora anche il navigatore dell?auto ci spiega come essere ?eco?

Si chiama EcoRoute. Si può innanzitutto vedere come
funziona attraverso il video in un minisito (consiglio di
aprirlo):

www.garmin.it/minisiti/ecoroute

Allora, prendete il navigatorino Garmin e, a casa, mettiamoci
davanti al computer. Lo si collega al sito Garmin come per
qualunque periodico aggiornamento online e si downloada il
software. Quando poi si ritorna in auto e lo si accende, ci
sarà una nuova icona, un piccolo contachilometrino,
?EcoRoute?.

Si scrive la prima volta il tipo di carburante (benzina, gasolio
o gpl) e il consumo della nostra auto in litri per 100 km. Prima di
partire, impostiamo il percorso come “il più economico” e
attiviamo il misuratore delle prestazioni di guida.

Partenza – ed ecco entrare in funzione EcoRoute. Che ha molte
caratteristiche: assegna un punteggio allo stile di guida variando
il colore dell’icona a “foglia”, con una guida regolare la foglia
rimane verde, invece con frequenti accelerazioni e frenate la
foglia diventa prima gialla e poi rossa; ci indica i percorsi
ottimizzati per ridurre i consumi.

Ma non è tutto. Il navigatore ci potrà segnalare
il distributore di metano più raggiungibile, o anche dare
consigli per organizzare un eco-tour, un fine settimana all?insegna
della cultura e della tradizione locale. Infine, sta nascendo anche
il database delle Riserve Naturali che comprende tutti i posti ove
Legambiente ha avviato attività di conservazione o
attività educative e culturali; il database comprende oggi
46 aree in tutta Italia.

Gli sviluppi futuri includono indicazioni su ?piccoli comuni
d?Italia?, ?rive e ormeggi protetti?, ?guida ai prodotti tipici? e
via dicendo.

Insomma, grazie a questa nuova funzione del navigatore Garmin,
meno consumi, meno emissioni, meno costi per il pieno e più
eco-informazioni in auto, a portata di dito.

Stefano Carnazzi

Articoli correlati