Il teatro Noh

Si tratta di una peculiare forma teatrale giapponese, un dramma poetico recitato, cantato e danzato. E’ il teatro di Noh, un’esperienza da vivere

Questa forma di teatro, è frutto di materiali di varia provenienza sia temporale, sia
spaziale ma si fa generalmente risalire al XIV secolo. Forma
espressiva estremamente stilizzata, rappresenta storie drammatiche
o tragiche tramite lenti movimenti ritualizzati, accompagnati da
una recitazione basata su suoni gutturali, con un sottofondo
musicale di percussioni e suoni di flauto.

I drammi classici, che siano ispirati a fatti storici, a guerre, o
,a episodi tratti da storie buddiste, hanno spesso per tema i
tormenti spirituali di persone defunte.

La trama è deliberatamente soppressa ed il dramma
costituisce una esplorazione di emozioni e di stati d’animo dei
protagonisti; i componenti tradizionali del dramma occidentale
(antagonismo, conflitto, soluzione o catastrofe ecc.) sono quasi
completamente assenti, sostituiti dall’esposizione di una
condizione interiore che raramente si sviluppa o si risolve : essa
viene semplicemente descritta.

Una rappresentazione Noh è suddivisa, normalmente, in tre
parti: prima e dopo la storia tragica, infatti, vengono presentate
al pubblico due brevi azioni comiche, chiamate Kyogen, di puro
carattere popolare. In pieno contrasto con l’austero spirito Noh;
esse sono incentrate su storie di debolezze umane, tratte dalle
vicissitudini quotidiane. Facilmente fruibili da qualsiasi tipo di
pubblico, costituiscono un riavvicinamento al mondo umano
più concreto e comprensibile.

Per capire ed apprezzare una storia Noh, invece, lo spettatore si
deve liberare delle consuete prospettive mentali e visive e
calarsi, il più a fondo possibile, nello spirito del
protagonista.

Susanna Marino

Articoli correlati
Il teatro Kabuki

Come in una eterna magia dal Giappone antico a quello contemporaneo danza, mimo e recitazione si fondono in un’antica forma di teatro Il Kabuki