IllogicaVoce??Omaggio a Mina?

CHE POI oggi è il giorno giusto per omaggiare la straordinaria voce di Mina.

Ascolta 

Sono fatto un po’ alla vecchia maniera e per me l’età
di una donna non si dice mai. Quando si parla di lei di Mina si
dice sempre della sua grande voce, del suo ritiro, se un giorno o
l’altro ritornerà e ultimamente si è parlato anche
della sua voce prestata alla pubblicità. Qualcuno l’ha
criticata, qualcuno ci ha anche scherzato su come Luciana
Littizzetto. In realtà da grande artista qual’è Mina
in quella pubblicità secondo me, lei con la sua voce ci
giocato molto. CHE POI, Mina ritirandosi dai palcoscenici, dalla
televisione ha reso ancor di più protagonista la sua voce
rendendola ancor più magica. E allora ho pensato in questo
giorno per il suo compleanno fare un omaggio alla voce. Questo
strumento unico in ognuno di noi. E lo voglio fare citando due
libri di due mie amiche, L’anima
nella Voce di Francoise Goddard
e A Nuda Voce di Laura
Pigozzi
.

Dal libro di Francoise ho imparato che ogni voce ha una
tessitura e che questa tessitura rappresenta praticamente la nostra
tastiera e che tramite essa possiamo definire non solo la nostra
categoria di appartenenza , ma anche la vibrazione della nostra
anima. Da quello di Laura che la nostra voce è la vibrazione
della nostra psiche, del nostro vissuto e che spesso molti nostri
nodi psicologici si possono sciogliere entrando in sintonia con la
nostra voce.

 

1 Song La Voce del Silenzio, Mina

 

Nella canzone La Voce del Silenzio, Mina canta “Volevo stare
un po’ da sola per pensare…ed ho sentito nel silenzio una voce
dentro me”. CHE POI e un po’ quello che ogni mattina mi capita qui
da solo lungo l’autostrada quando i miei pensieri salgono dal
silenzio e prendono voce e spesso mi chiedo chissà
perché la mia voce è sempre un po’ scura melanconia
chi lo sa, ma oggi siamo qui a festeggiare Mina ad ascoltare la sua
voce e perché no a scoprire quali sono le varie tessiture
delle voci e cosa rappresentano. Ad esempio di Mina si dice che il
suo timbro è da soprano drammatico potrebbe cantare
benissimo la Turandot. Quello comunque che colpisce della voce di
Mina è la sua capacità di salire sempre più su
ad altezze vertiginose e poter manovrare i propri sovraacuti come
un vero e proprio strumento. Nel libro di Francoise Goddard si dice
che questo tipo di voce affronta troppo in fretta l’esperienza
della materia, caricandosi di un peso psichico che non sarà
in grado di reggere. Quest’anima dovrebbe in realtà godere
solo del piacere dell’immersione del mondo senza porsi delle grandi
domande mantenendo la propria consapevolezza in un ambito artistico
e lieve e salire, salire… nel blu dipinti di
blu…

 

2 Song Nel Blu Dipinto di Blu/Vorrei che Fosse Amore,
Mina

 

Nel suo libro A Nuda Voce la mia amica Laura Pigozzi,
insegnante di canto e studiosa di psicoanalisi della voce dice che
il timbro della voce di Mina è praticamente la partitura di
una vita. CHE POI tutto è stato detto sul suono della voce
di Mina, the voice italiana. Ma la sua voce, come tutte le voci,
forse ci incanta non solo per il suono, la Vocalità,
l’inconscio, la sessualità. La voce di Mina è
inconfondibile perché c’è qualcosa nel suo timbro,
qualcosa che non è necessariamente suono, ma una sorta di
rumore o di silenzio intimo che la rivela nella sua
essenzialità. Se il timbro è l’identità di
ciascuno, forse lo è proprio per la sua parte non musicale,
per la parte di rumore che fa il corpo del suono, il suo inconscio,
il suo Es. Il timbro di Mina, con il suo rumore così
caratteristico, dato anche dalla conformazione del suo viso e del
suo tratto vocale, è soprattutto, la partitura della sua
vita che su quel timbro si è depositata scrivendone le
variazioni musicali. E ogni anno che passa, questo timbro è
come un romanzo, che ci racconta qualcosa in più.

 

3 – Song Un Anno d’Amore, Mina

 

CHE POI come dice Laura Pigozzi l’assenza di Mina dalle luci,
il suo ritiro, il suo silenzio, ci ha reso, paradossalmente, ancora
più presente la sua voce. Lei ha forse capito che la voce
è già corpo, corpo sessuato, desiderante che per
incantare non ha bisogno della voracità dell’occhio, ma
dell’accoglienza di un orecchio. Sulla sua voce si è posata,
come spesso accade ai grandi soprattutto se non scendono sempre a
patti col mercato, anche tanta invidia e cattiveria. Hanno detto
persino che a volte non era in tono. Ci dimentichiamo che la voce
non è temperata come un pianoforte e che segue il nostro
umore e la nostra fragilità: ma la vera arte si fa con
l’imperfezione. Una voce perfetta è una voce morta,
artificiale, automatica, da speaker. La malìa di una voce
sta nella sua imperfezione, nella nota non perfettamente centrata
che può aprire uno scenario nuovo, inedito, un suono magari
anche più vero. Allora sì, diciamo pure che la sua
voce a volte non è perfetta, che è umana, umanissima
e che racconta qualcosa di vero proprio in quei momenti. In fondo
persino a Miles Davis un artista di casa nostra ha detto che era
calante!…. Ma per favore…

 

4 Song My Way, Mina

 

Voglio chiudere questo omaggio alla voce, in onore del
compleanno della nostra Mina “the voice”, citando Francoise Goddard
che sempre nel suo libro “L’Anima nella Voce” parlando delle voci
basse scure un po’ come la mia dice che questo tipo di voce
è come, Il diavolo e l’acquasanta. Chi possiede questo
timbro ha vissuto con più intensità degli altri
l’attrazione della gravità terrestre, ed è come una
sorta di mago, perché egli è andato oltre il mondo
degli uomini affondando in ciò che sottostà alle loro
azioni e di queste azioni possiede una conoscenza perfetta. Beh!
personalmente non so se è proprio così ma mi piace
pensarlo. Ripensando a Mina a come usa la sua voce nella
pubblicità della famosa pasta usando i suoi registri
più bassi, mi suona un po’ come “il diavolo e l’acquasanta”
dove lei si è divertita forse a prendersi un po’ in giro la
sua voce. Comunque a me piace anche così la voce di Mina
prima di salutarvi voglio lasciarvi con queste parole:

 

“Non sono gli occhi lo specchio dell’anima, è la voce.
Gli occhi possono tradire, ma la voce no. Uno sguardo spesso si
confonde, ma una voce no. La voce è la musica che hai dentro
il rumore.”

 

Alla prossima Illogica Allegria e buona strada a tutti
noi…

e buon compleanno Mina…

 

5 Song Brava, Mina

Articoli correlati