In arrivo il bonus per le lavastoviglie

Dopo frigoriferi e televisori, arrivano nuovi sconti su lavastoviglie, lavatrici, e incentivi anche per il risparmio idrico: sono alcuni degli emendamenti alla Finanziaria proposti dai Verdi.

Un bonus per la rottamazione di lavastoviglie e lavatrici,
estensione degli incentivi previsti – ora concessi solo per il
risparmio energetico – anche per la promozione del risparmio
idrico. Sono questi due degli emendamenti che il gruppo dei Verdi
proporrà durante l’esame della Finanziaria.

Le proposte di modifica della Finanziaria dovrebbero essere un
centinaio. “Bisogna puntare sul rilancio dell’efficienza energetica
– ha detto il ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio – Ora
è previsto un bonus per l’acquisto di frigoriferi che
consentono di consumare meno energia. Proporremo di estendere
questo beneficio anche alle lavatrici e alle lavastoviglie”.

Ma proposte di estensione sono previste anche per gli incentivi
al risparmio energetico (dalle caldaie, agli infissi
ecocompatibili, fino ai pannelli solari) che consentono di scontare
il 55% del costo sostenuto dall’Irpef. “La bio-edilizia è
uno dei nostri cavalli di battaglia – ha affermato Pecoraro Scanio
– e vogliamo estendere gli sconti ora riconosciuti solo al
risparmio elettrico anche al risparmio idrico. L’acqua è un
bene importante”.

In pratica si punta ad aiutare fiscalmente i cittadini che
istalleranno cisterne per la raccolta di acqua piovana finalizzata,
ad esempio, all’irrigazione. “Ma puntiamo anche a reintrodurre
alcune norme che – dice il ministro Pecoraro Scanio – avevamo
approvato nel consiglio dei ministri e che invece non trovo nel
testo finale. In particolare si tratta degli interventi in favore
dell’Icram, l’istituto per la ricerca sul mare, e per rinforzare i
ranghi dei carabinieri del comando per la tutale dell’ambiente”,
gli ex Noe.

Dovrebbero ammontare così a 7mila euro gli sconti che i
cittadini italiani potrebbero vedersi “abbuonati”, alla luce degli
incentivi sull’acquisto di beni durevoli (tra cui televisori,
elettrodomestici, auto e computer) contenuti dalla Finanziaria 2007
e delle iniziative dei ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo
economico. Se poi si aggiungono le eventuali agevolazioni legate
alla casa (anche alla luce delle conferme previste dalla nuova
manovra 2008), l’ipotetico sconto può raggiungere i 100mila
euro, spalmati su più anni.

Fonte: Miaeconomia

Articoli correlati