Raccolta differenziata

L’infografica del riciclo del vetro in Italia

Coreve ha condotto una ricerca sul riciclo del vetro sulla popolazione italiana. ecco i risultati.

Le donne lo fanno meglio… il riciclo del vetro. Questo
perché dividono e differenziano meglio i rifiuti. È
quanto emerge da una ricerca condotta da
Coreve
(Consorzio recupero vetro) sulla popolazione italiana,
condotta su un campione di italiani, tra i 18 e i 70 anni.
Complessivamente il 53% degli intervistati compie una corretta
raccolta, mentre il 30% ancora compie gravi errori che
compromettono la lavorazione della materia una volta conferita.

“Il riciclo del vetro è l’elemento chiave di un’economia
circolare – perché il riciclo chiude la catena di un sistema
chiuso”, ha affermato Stefan Jaenecke Presidente di FEVE. “Il riciclo del
vetro consente di risparmiare materie prime, energia e riduce i
costi di produzione”.

 

Source: Rudi on Pinterest

Nel complesso nel nostro Paese il riciclo del vetro ha permesso di
ridurre l’estrazione di materie prime tradizionali per circa
3.180.701 tonnellate (sabbia, carbonato di sodio e carbonato di
calcio). Per avere un’idea, le dimensioni del materiale raccolto
superano il volume sviluppato dalla piramide egizia di Cheope,
mentre si sono evitatate emissioni di CO2 pari a 2.031.352
tonnellate; quelle derivanti dalla circolazione di 1.289.750 auto
Euro 5 per un anno.

Anche in Europa il riciclo viaggia a gonfie vele. Tanto da essere
cresciuto, per la prima volta, oltre la soglia del 70%. Sono state
11 milioni le tonnellate di vetro raccolte in tutta l’Unione nel
2011. I primi in questo senso sono i tedeschi. L’Italia si trova
alla quarta posizione dopo Francia e Inghilterra.

“Il vetro è un materiale che non richiede alcun
accorgimento, barriera o additivo per conservare cibi e bevande”,
ha dichiarato il segretario generale di FEVE, Adeline Farrelly. “La
caratteristica fondamentale di questo materiale naturale è
appunto la sua infinita riciclabilità”.

Articoli correlati