Insieme per il benessere, shiatsu e yoga

Un approccio che mette insieme shiatsu e yoga ci può aiutare a migliorare il nostro corpo e il benessere, uscendo dai soliti circuiti di malattia e farmaco

Shiatsu e yoga costituiscono insieme un binomio quasi inscindibile:
entrambe queste pratiche, pur avendo origini diverse, hanno
tuttavia comuni presupposti e concorrono ad un unico obiettivo; si
basano su di una concezione energetica del corpo e possono proporsi
in una sinergia particolarmente efficace.

Anche se il paziente non ha mai avuto occasione di frequentare un
corso di yoga, l’operatore dovrebbe comunque essere in grado di
suggerirgli almeno le pratiche più semplici (a cominciare
dall’uso della respirazione) e idonee a migliorare il suo stato di
salute generale offrendogli, cosa di non poco conto, la
possibilità di prendere in mano se stesso ad il suo
problema, rendendolo partecipe e protagonista in prima persona
della sua guarigione e, in definitiva della sua vita.

 

shiatsu

 

 

Purtroppo, l’approccio occidentale alla salute e alla malattia non
fa che portare la persona a delegare continuamente qualcosa o
qualcuno all’infuori di se stesso, come responsabile del proprio
benessere: dal medico al farmacista, dal terapeuta ai farmaci da
ingerire copiosamente.

Responsabilità individuale, informazione, educazione,
collaborazione sono infatti lasciati solo alla volontà dei
più coscienti e responsabili.

Lo shiatsu deve essere una pratica altamente educativa: salute non
è “guarire un sintomo” ma comprendere il perché si
è incontrato “quel” sintomo sulla propria strada e,
soprattutto, ritrovare il meglio di se stessi per saperlo
affrontare con ben altra consapevolezza.

Lo yoga (che, etimologicamente, significa appunto con-giungo e
ri-unisco) aiuta a realizzare quest’incontro: conoscersi come parte
attiva e collaborante al proprio benessere, mettersi in gioco
direttamente, giorno dopo giorno per ottenere, con la guida di un
“educatore” consapevole, la ri-educazione (dal latino ex-duco,
porto in manifestazione), o la rinascita, delle nostre migliori
potenzialità.

Loredana
Filippi

Articoli correlati