Bettye Lavette intervista

Si chiama The Scene of the crime il nuovo album di Bettye Lavette una delle più belle voci della musica americana.

Intervista a Bettye Lavette

La scena del crimine son i Muscle Shoals FAME Studios anche

conosciuto come la “Miniera del Soul”. In questo studio ci hanno
registrato proprio tutti i pilastri della musica black. Nel 1972
Bettye registra “Child of the seventies” che la discografica di
allora si rifiuta di pubblicare..scopriamo perchè, amori,
paassioni e paura di una voce straordianria della musica
americana

In un intervista di Francesco Napoleone. Mercoledi 12 Giovedi 13
e Venerdi 14 Dicembre alle 10:30

betty_la_vette

Articoli correlati
Silvia Avallone. La bellezza

La finalista al premio Strega 2010 e vincitrice dell’Opera Prima Campiello con il romanzo “Acciaio” si racconta. I sogni, la cura dell’ambiente, la cultura e la musica nelle parole di una giovane e promettente scrittrice italiana.

Verdena. Siamo tornati con un grande “Wow”

Wow, sono tornati! Dopo tre anni di silenzio eccoli con un album. Un album grande, doppio, che si chiama “Wow”. Abbiamo incontrato Alberto Ferrari, visionario, associativo, frontman dei Verdena.

Incontro con Yann Tiersen

Il polistrumentista francese Yann Tiersen, autore tra l’altro, della colonna sonora de “Il favoloso mondo di Amelie”, ci racconta del suo lavoro.

Riascolta John Lennon

Ricordando John Lennon: interviste esclusive a Renzo Arbore, Alberto Fortis, Ricky Gianco, Red Ronnie e Beppe Severgnini.