Italia pi

Un successo senza precedenti: pi

Da Aosta a Reggio Calabria, dalle isole Tremiti a Capri, dal Parco
delle Dolomiti Bellunesi a quello del Vesuvio – più di 1.700
i comuni coinvolti – i volontari hanno liberato dalla spazzatura
circa 3.800 aree, tra piazze, strade, giardini, parchi, sponde di
fiumi e fondali marini, raccogliendo approssimativamente 2 mila
tonnellate di rifiuti. Una mobilitazione che ha visto la
partecipazione di tantissimi gruppi, comitati di quartiere, scout,
intere famiglie, cittadini di tutte le età, pescatori,
alpinisti, subacquei e tantissimi altri ancora che hanno risposto
all’invito di Legambiente per migliorare, in prima persona, la
qualità degli ambienti in cui viviamo.

Le iniziative, si sono svolte in modo capillare lungo tutto lo
Stivale, anche se la Lombardia (con il 23% sul totale dei comuni
coinvolti), la Toscana (con il 13%) e la Campania (con il 9,5%),
salgono sul podio per essere state le regioni più
attive.

Da segnalare anche la una straordinaria partecipazione di bambini,
che sia con le scuole – più di 1000 istituti hanno aderito
alla manifestazione – che con le famiglie si sono resi protagonisti
delle operazioni di pulizia in molte città italiane.
Così come poderoso è stato il contributo proveniente
dal mondo dei parchi: dal Parco del Delta del Po a quello del
Gargano, da quello del Vesuvio a quello di Veio, per un totale di
ben 26 Enti Parco e di 11 Comunità Montane. Un contributo,
che grazie alla concomitanza con l’Anno della Montagna e grazie
alla collaborazione con la Federparchi, ha visto molte iniziative
svolgersi sulle Alpi e sugli Appennini.
Nella città di Milano, a Quarto Oggiaro, i volontari si sono
dati appuntamento a Villa Caimi, per il recupero del giardino della
villa storica, fino ad oggi in completo abbandono.

Hanno partecipato alla giornata anche più di 146
ambasciatori in rappresentanza delle nazioni in cui, durante il
week-end, si è svolto in contemporanea l’internazionale
“Clean up the World”. Si stima che 120 paesi – dall’Australia agli
Usa, da Israele al Togo, dalla Francia alle Filippine – abbiano
dato vita contemporaneamente a questa giornata nata a Sidney l’8
gennaio 1989, quando 40 mila volontari ripulirono dai rifiuti la
spiaggia vicino al porto.

Articoli correlati
Salviamo i ciclisti

The Times ha lanciato la campagna in seguito a un grave incidente che ha coinvolto Mary Bowers (nella foto), una giovane giornalista. Ma i ciclisti britannici caduti sulle strade negli ultimi dieci anni, sono stati oltre 1.200. Così alcuni cittadini hanno deciso di chiedere alla politica di impegnarsi per salvare gli amanti della bicicletta. Nello