James e altri simili

Roma, Parco della Musica – Viale De Coubertin 30Auditorium Arte dal 14 Giugno al 31 Luglio 2005

Rambo, 6 anni, Pan troglodytes, maschio, nato in Camerun.
Genitori uccisi dai cacciatori. Confiscato dal Ministero
dell’Ambiente e delle Foreste a una donna che lo teneva come un
bambino, facendogli indossare vestiti e lavandogli i denti.

La Vieille, 29 anni, Pan troglodytes, femmina, nata nella
Repubblica del Congo. Genitori uccisi dai cacciatori. Salvata dal
Jane Goodall Institute a Pointe Noire. Non aveva mai conosciuto a
all’infuori di una gabbia arrugginita. È stata trasferita a
Tchimpounga con Gregoire. Solo dopo 6 anni ha osato metter piede
fuori dal recinto dormitorio.

Simon, Rambo e La Vielle sono solo alcuni deglui esseri
fotografati da James Mollison, giovane fotografo inglese che ha
realizzato una commovente raccolta di ritratti di bonobo,
scimpanzé, gorilla e orangutan. Tutti animali ospiti dei
vari centri di recupero in Africa ed in Asia organizzati dalla
fondazione Jane Goodall, la biologa esperta di primati che ha
dedicato la sua intera vita a studiare questi animali.
Ognuno ha alle spalle una storia di sofferenza indicibile. Il modo
che il fotografo ha scelto per fotografarli, la ripresa frontale
stile foto tessera, è tipico di quello impiegato nella
descrizione degli esseri umani: ma è insolito, per gli
animali. Ritratti che colgono l’inconfondibile individualità
del soggetto, guardandoli negli occhi, la loro personalità.
La loro umanità…

Articoli correlati