Karma capitalism

Il capitalismo ha continuato mantenere una certa cattiva reputazione fino al giorno in cui con grande fantasia e grande cuore ha creato una nuova forma di capitalismo, battezzato il Karma Capitalism.

Diciamocelo francamente, il termine ?capitalismo? non ha mai goduto
di buona stampa fin dalle sue lontane origini.

È sempre stato guardato con un bel po? di sospetto, legato
da sempre all?idea di sfruttamento indiscriminato dei lavoratori, e
a quella altrettanto disturbante dell?accumulo di ricchezza.

Eppure, nonostante tutto e probabilmente al di là delle
intenzioni dei ?capitalisti?, questo sistema si è rilevato
un insuperabile strumento di crescita per tutte le economie del
mondo che ad esso si sono appellate.

Nonostante i lati positivi, il capitalismo ha continuato mantenere
una certa cattiva reputazione fino al giorno in cui
con grande fantasia e grande cuore ha creato una nuova forma di
capitalismo, battezzato il Karma Capitalism.

Muhammad Yunus ha inventato una forma di ?finanza etica?, creando
nel suo paese, il Bangladesh, la banca rurale Grameen (che in
bengali significa contadino), un network capillare di sportelli
destinati al finanziamento di micro iniziative da parte di soggetti
economicamente deboli (e Dio sa quanti ce ne sono soprattutto da
quelle parti), che non avrebbero mai potuto sperare di ottenere un
solo soldo dal sistema bancario ?normale?.

In poco meno di 30 anni, la Grameen ha finanziato qualcosa come 2
milioni di micro progetti, gestiti per ben il 94% da donne.

Come accade, qualche volta anche per le cose buone, l?idea di Mr.
Yunus non solo è stata apprezzata e riconosciuta con un
Premio Nobel della Pace, ma sta facendo proseliti. Oggi possiamo
tutti partecipare alla finanza solidale.

Su Internet si può partecipare alla selezione di una serie
di piccole iniziative attraverso il mondo, ed al loro finanziamento
direttamente on line.

Difficile dire se questa semplice, ma geniale, idea potrà
risolvere i problemi del mondo, certo è che una buona mano
la potrà dare. E certo è che la sua rivoluzione la
sta facendo, anno dopo anno, attraverso tutto il mondo.

Ecco, forse, il nuovo profilo dei capitalisti del 21esimo secolo.
Un capitalismo fatto da imprenditori sociali, con la coscienza
pulita.
Per mantenere un buon karma?

Articoli correlati