Diplomazia a Impatto Zero

Per celebrare l’anniversario del Protocollo di Kyoto, nel 2011 l’Ambasciatore del Costa Rica in Italia e LifeGate regalano a tutte le ambasciate italiane il calcolo delle emissioni di CO2 generate dalle proprie attività.

Un’iniziativa per sensibilizzare tutte le Ambasciate presenti in
Italia. Obiettivo: una diplomazia a “Impatto Zero®”. È
questo il progetto promosso dall’Ambasciata del Costa Rica in
Italia e da LifeGate

Il Costa Rica. In prima linea nel progetto il
Costa Rica, paese che dal 2002 collabora con LifeGate per portare
soluzioni concrete ai cambiamenti climatici. Un’alleanza a favore
del pianeta rafforzata dalla recente visita di Alfio Piva, Vice
Presidente dello stato centro-americano. Intervistato ai microfoni
di LifeGate Radio, ha dichiarato che il “Costa Rica entro il 2021
sarà il primo paese al mondo a ridurre e compensare
interamente le emissioni di CO2 generate”. L’intervista è
trasmessa mercoledì 16 febbraio.

Il clima. “La lotta ai cambiamenti climatici
è una sfida globale e va affrontata con la collaborazione di
tutti gli Stati – commenta Simone Molteni, direttore scientifico di
LifeGate – Proprio per rappresentare questa dimensione mondiale
abbiamo deciso di coinvolgere tutte le Ambasciate presenti in
Italia. Il calcolo delle emissioni di CO2 – spiega Molteni –
è il primo passo necessario per ridurre l’impatto ambientale
e avviare un percorso di sostenibilità”.

La diplomazia. “Sono contento di promuovere questa
iniziativa insieme a LifeGate – commenta Ortuño Victory,
l’Ambasciatore del Costa Rica in Italia – con cui collaboriamo
concretamente già da 9 anni. In qualità di promotori”
– conclude Ortuño – “la nostra Ambasciata ha inoltre deciso
di aderire al progetto Impatto Zero® per ridurre e compensare
le emissioni le CO2 generate dalla nostra attività
diplomatica. Sono sicuro che i miei colleghi accoglieranno
positivamente questa iniziativa.”

Impatto Zero® di
LifeGate
, advisor e network per lo
sviluppo sostenibile, è il primo progetto italiano che
concretizza gli intenti del Protocollo di Kyoto: riduce le
emissioni di anidride carbonica e le compensa contribuendo alla
creazione e tutela di foreste in crescita in Italia e nel mondo. Il
progetto si avvale della collaborazione di Università
italiane e straniere specializzate nell’LCA, Life Cycle Assessment,
ciclo di vita del prodotto, per il calcolo scientifico dell’impatto
ambientale e della collaborazione di Parchi e Riserve per le
attività di riforestazione, conservazione e tutela dei
terreni. BIOS, Ente Certificatore accreditato SINCERT e
riconosciuto dall’Unione Europea, certifica l’intera filiera di
Impatto Zero®, garantendo la corretta applicazione del
processo. Dal 2002 a oggi, oltre 800 aziende ed enti hanno scelto
di aderire al progetto di LifeGate per ridurre e compensare
l’impatto ambientale delle proprie attività, dei propri
trasporti, di eventi o di prodotti e servizi, tanto che oggi sono
sul mercato oltre 320 milioni di prodotti con il marchio Impatto
Zero®. Sono stati creati e tutelati complessivamente 40 milioni
di mq di foresta in Italia e nel mondo.

Articoli correlati