Kyoto nel salvadanaio

Il Protocollo di Kyoto, il primo accordo mondiale per ridurre le emissioni dannose per il clima, entra nel suo ultimo anno di validità.

Kyoto 2011, interviste
LifeGate Radio

Jacopo
Tondelli, direttore responsabile de “Linkiesta”. La nuova
ricchezza
“Dall’accentuazione dei temi della
sostenibilità sono derivate anche alcune bolle, alcuni sistemi
imprenditoriali non proprio trasparenti ma capaci di drenare
incentivazioni, e così via. Ma la scossa data alla sfera
economica è positiva, ed è innegabile una svolta
culturale. C’è una maggiore attenzione alla formazione, una
delle ricchezze del prossimo futuro. Una ricchezza della
mentalità”

Ascolta l’intervista
integrale

Andrea Di
Stefano, direttore della rivista “Valori”. E dopo
Kyoto?

“Il Protocollo di Kyoto ha avuto un impatto consistente, sia sul
fronte tecnologico che sul fronte degli sforzi fatti dai paesi per
ridurre l’impatto ambientale. Senza Kyoto non avremmo avuto
l’esplosione di diversi settori tra cui l’energia solare,
l’ecoefficienza, perfino l’edilizia.”

Ascolta l’intervista
integrale

 

Leo
Hickman, scrittore e giornalista del quotidiano britannico “The
Guardian”

“Penso che ogni famiglia stia tentando di ridurre la quantità
di inquinamento o di emissioni di carbonio che produce guidando
l’auto, riscaldando la casa, cucinando o facendo le vacanze. In
linea generale ogni volta che si risparmia energia, si risparmiano
soldi”

Ascolta l’intervista integrale

Andreas
Kipar, architetto paesaggista di Land, Milano. Il valore degli
alberi

“Le alberature, fitte, il bosco stesso nella città assorbe
fino a 40 tonnellate all’anno per ettaro di CO2. Questo vale anche
per il Pm10! Bene gli interventi sul traffico, bene il risparmio
energetico, ma ovviamente bene agli interventi sul verde e
sull’aumento degli spazi alberati.”
Ascolta l’intervista
integrale

 

 

Kyoto 2011, Impatto
Zero®

Alfio Piva, Primo
Vice Presidente del Costa Rica

“Noi siamo disposti a sognare. A me dicono sempre che sono il capo
del dipartimento dei sogni. Ebbene, il sogno che abbiamo è
diventare CO2 neutri per il 2021. Perché in quel momento si
compiranno 200 anni di vita indipendente del Costa Rica. Quella
data è magica. Quello che non è magico è tutto
quello che bisogna di fare, che stiamo già facendo, dobbiamo
fare di più…”

Ascolta l’intervista
integrale

 

2011.
Diplomazia a Impatto Zero®

Per
celebrare la ricorrenza del Protocollo di Kyoto, l’Ambasciatore del
Costa Rica in Italia e LifeGate regalano a tutte le ambasciate
presenti nel nostro paese il calcolo delle emissioni di CO2.

Bepi
Costantino. Costa Rica. Il paese più felice del
mondo

Non ha ricchezze minerali, non ha petrolio, oro né
metalli preziosi. E’ un paese povero da un punto di vista
economico. Eppure… è il paese più felice del
mondo.

 

Kyoto 2011, gli
approfondimenti



Kyoto
for dummies

Il Protocollo di Kyoto è entrato in vigore il 16 febbraio
2005. In riassunto: cos’è, perché è nato, il suo
significato e la sua influenza nella nostra vita di tutti i
giorni.

 



Buoni
propositi per Kyoto e… per il portafoglio

2000 sterline all’anno di qua, 250 di là, 305, 250, 95 350 e
1360 per i mutui verdi. E’ ancora attualissima questa inchiesta di
The Guardian su quanto si può risparmiare (o guadagnare) a
essere “eco”.


Sei
gradi possono cambiare il mondo

Riscaldamento globale, il National Geographic studia gli scenari.
+1 grado, niente più grano sul mercato mondiale. +2 gradi,
distruzione delle barriere coralline. +3 gradi, continue tempeste
di sabbia su Parigi. +4 gradi, New York sommersa dall’acqua. +5
gradi, lotte fra i superstiti dei disastri climatici. +6 gradi,
ritorno al periodo cretaceo.

Articoli correlati